Sognando la pioggia, celebrando la Russia al Sociale

sognando-la-pioggia-celebrando-la-russia-al-sociale
0 199

Uno spettacolo sicuramente originale e che unisce, in un’unica serata, il ricchissimo folklore russo, l’entusiasmo e la bravura di una compagnia giovane e anche il ricordo di un evento tragico che ha segnato l’alba del nuovo millennio. Ha tutte queste caratteristiche l’evento straniero in programma sabato 1° dicembre alle 20.30, al Teatro Sociale di Como. Per i Circuiti Teatrali Lombardi, va in scena Sognando la pioggia, allestimento definito “plastico – musicale” che arriva per la prima volta in Italia. Sul palco della sala comasca vedremo The young actor’s musical Theatre of Moscow, una formazione composta da giovani attori – danzatori, che hanno già ottenuto molta notorietà e anche premi in Russia. Il cast propone una messinscena su ideazione, soggetto e produzione di Alexander Fedorov. La composizione musicale è firmata da Mikhail Bronner. Come detto, non si vuole proporre uno spettacolo di puro intrattenimento, visto che Sognando la pioggia è stato creato in memoria di Christina Kourbatova, giovane attrice del musical Nord-Ost, uccisa durante l’attacco al Teatro Dubrovka del 23 ottobre 2002 a opera di un commando di terroristi ceceni.

Fu un evento traumatico che causò numerose vittime innocenti. Il ricordo, in nome della vita, dell’arte, della cultura, è doveroso. I responsabili della programmazione artistica del Sociale hanno scelto questo particolare spettacolo anche perché il 2018 è l’Anno della cultura russa in Italia. Era l’occasione giusta per proporre al pubblico una produzione che ha già fatto tappa in molte città europee, ottenendo sempre consensi. Protagonista della serata sarà il folklore russo che si manifesterà attraverso danze e canti popolari in stile polifonico a cappella, preghiere e canti rituali. Qual è lo sviluppo di questo spettacolo? Attraverso la danza e il canto, si vuole rappresentare il cerchio della vita, in ogni suo evento dalla nascita fino alla morte.

Attraverso la ripreda della secolare tradizione russa, riletta con energia e slancio contemporanei, lo spettatore viaggerà con la mente, in luoghi lontani, evocando antiche storie, miti e leggende. La serata viene presentata come adatta a tutto il pubblico, comprese le famiglie e i bambini. Sarà presente nel pubblico ad applaudire i giovani artisti, anche il Console Generale della Federazione Russa a Milano, Alexander Nurizade, insieme al suo staff di Gabinetto.

I biglietti per assistere allo spettacolo costano 20 euro più prevendita. Info: 031/270170 e www.teatrosocialecomo.it.

Lascia un commento