Sconfinati destini alla Piccola Accademia

sconfinati-destini-alla-piccola-accademia
0 241

Sabato 16 dicembre, alle 18.30, alla Piccola Accademia di TeatroGruppo Popolare di via Castellini 7 a Como, per la rassegna Il teatro e Margherita, con il sostegno di Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto Connessioni controcorrente e la collaborazione di Kibarè onlus, si terrà lo spettacolo Sconfinati destini.


Lo spettacolo, portato sul palcoscenico del Teatro Sociale nell’aprile di quest’anno, ha dato continuità all’esperienza di intreccio di vite, di storie e di relazioni  tra Africa e Italia trasformandosi in un laboratorio teatral – musicale interetnico che coinvolge in un percorso di crescita comune, integrazione e inclusione giovani comaschi e giovani stranieri sul nostro territorio. Sconfinati destini è l’insieme delle storie di alcuni giovani emigrati dall’Africa, con il loro bagaglio di paure, e nello stesso tempo è la storia delle paure di chi li accoglie. Conoscersi è sempre un incontro di paure, che si annusano, si tastano con cautela, cercano risposte. Sconfinati destini è la possibilità concreta di incontrare l’altro, saperne la fuga dalle guerre e dalla fame, attraverso le terre desertiche, l’affronto di uomini impietosi, il mare che ingoia. E nello stesso tempo è l’esigenza di fargli conoscere chi li accoglie. Gli alberi hanno radici, gli uomini hanno gambe.

È un cammino perenne, quello degli uomini; qualche volta per conoscere, sapere, incontrare; qualche volta per fame, paura, necessità. I nostri padri, spesso, hanno camminato per pane, e sono andati per il mondo a cercarne e a produrne. Il cammino, sconfinato, adesso lo fanno altri e approdano sulle nostre coste semplicemente per non morire. Ma lo spettacolo è anche canzone, musica, ironia e gioco. Perché allargare le braccia è intanto un atto d’intelligenza, prima ancora che di sensibilità umana, è la presa d’atto che l’unica via possibile per il futuro è attrezzarsi a convivere, a spiegare i propri modi e i propri codici perché siano condivisi nella pazienza che necessita al tempo, e è anche imparare almeno un po’ il mondo costitutivo dell’altro.  Lo spettacolo sarà seguito da un aperitivo. Con Osman Balte, Daoud Fadiga, Bedasso Mohamed, Mayuka Tofik, Cosetta Adduci, Virginia Adduci, Olga Bini, Mariaester Cassinelli. Regia di Giuseppe Adduci.

La data di Sconfinati destini è inserita nel programma di raccolta fondi per l’associazione al fine di dare continuità al laboratorio interetnico da cui è scaturito lo spettacolo che ha debuttato ad aprile scorso. L’ingresso è, quindi, a offerta libera (base minima 15 euro). Informazioni e prenotazioni ai numeri 3483629564, 349 3326423 o 3665004157; info@teatrogruppopopolare.it  o info@kibareonlus.org.

 

Lascia un commento