Lella Costa e Marco Baliani migranti per amore

marco-baliani-e-lella-costa-migranti-per-amore-al-sociale
0 471

Due autori e interpreti “di razza”, ben noti al pubblico comasco, saranno giovedì 1 marzo alle 20.30, al Teatro Sociale di Como. Sono Marco Baliani e Lella Costa che, per la prima volta (e questo è un valore aggiunto) firmano insieme un progetto teatrale. Si tratta di Human, scritto proprio così, con una barra che, secondo Baliani, anche regista della messinscena, «non vuole negare il concetto di umanità, quanto piuttosto, stabilire il limite dove finisce l’umano e dove comincia il disumano». Insieme a un gruppo di giovani attori, David Marzi, Noemi Medas, Elisa Pistis, Luigi Pusceddu, il duo di autori e interpreti Baliani – Costa propone, dunque, un lavoro sul tema, scottante e particolarmente sentito, delle migrazioni.

Marco Baliani (Foto di Alessandro Cani)

L’approccio, come si confà a personaggi di questa levatura, non è scontato. Lo spunto di partenza per dei narratori doc è il mito. «Siamo partiti dalla più antica tra le narrazioni – spiega Baliani – anche se poi lo spettacolo si sviluppa in modo eterogeneo e anche con una certa varietà di generi e codici espressivi. Ci riferiamo, in particolare, al mito antico di Ero e Leandro, i due amanti che vivevano sulle rive opposte del fiume Ellesponto. È il punto di partenza per ricordare che gli attraversamenti, i viaggi, le migrazioni, avvengono non solo per motivi economici o sociopolitici, ma anche per amore».

David Marzi e Marco Baliani (Foto di Alessandro Cani)

L’incipit antico non deve però trarci in inganno, perché lo spettacolo ci riporta, pur tra deviazioni, corsi e ricorsi, al presente. «Non facciamo né didattica né giornalismo – precisa Baliani – ma un racconto a più voci che mette in luce le contraddizioni di noi Occidentali di fronte al fenomeno migratorio, tra paura, intolleranza, ma anche solidarietà e impeto di generosità». Come detto, anche al Sociale arrivano due stili narrativi molto diversi che hanno seguito percorsi personalissimi. «Un bell’incontro, di cui sono davvero contento – confessa il regista – io e Lella Costa siamo, a tratti, insieme in scena, ma anche da soli o parte di un gruppo. Riusciamo a trovare codici comuni ma anche a mantenere i nostri “linguaggi” personali, tra monologhi, racconti, scene di movimento puro, dialoghi. Insomma, una bella complessità che rispecchia il mondo contemporaneo. D’altra parte, pur non avendo mai lavorato insieme, condividiamo la stessa idea di teatro “etico”, che vada oltre l’intrattenimento».

Il cast di Human: Luigi Pusceddu, Elisa Pistis, Lella Costa, Marco Baliani, Noemi Medas e David Marzi (Foto di Fabrizio Zani)

C’è anche da dire che lo spettacolo è molto curato. Si avvale, tra l’altro delle musiche originali di Paolo Fresu. «Ho già lavorato con Paolo e stavolta gli ho chiesto una musica epica, per la quale ha esplorato persino Monteverdi». I costumi e le scene sono di Antonio Marras e contribuiranno a una nota immaginifica e creativa per uno spettacolo da vedere.

Biglietti da 27 a 13 euro più prevendita. Info: www.teatrosocialecomo.it e 031270170.

Lascia un commento