La Bibbia riveduta e (s)corretta dagli Oblivion

0 157

Il divertentissimo musical La Bibbia riveduta e scorretta con gli Oblivion per la regia di Giorgio Gallione, farà tappa giovedì 29 novembre, alle ore 21, sul palco del Cinema Teatro Excelsior di via Diaz 5 a Erba. Prendete la Banda Osiris, levategli tutti gli strumenti (tranne una chitarra) e obbligate i musicisti a cantare. Oppure, prendete il Quartetto Cetra e costringetelo a esibirsi dopo una notte passata in un bar dove servono solo superalcolici. Ancora, prendete lo spirito dissacrante originario dei Monty Python, unitelo con qualche spunto del trio Marchesini – Solenghi – Lopez, spremete il tutto in uno shaker pieno del succo del miglior cabaret, con una punta di acido Dix e vi avvicinerete a ottenere gli Oblivion, Zappa in mano per dissodare i campi musicali. Ma questa è una nuova sfida per Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli, perché questa Bibbia non prende spunto da canzoni altrui, ma propone brani originali.

Germania 1455, Johann Gutenberg introduce la stampa a caratteri mobili creando l’editoria e inaugurando di fatto l’Età Moderna. Conscio della portata rivoluzionaria di questa scoperta, Gutenberg sta per scegliere il primo titolo da stampare. Al culmine della sua ansia da prestazione bussa alla porta della prima stamperia della storia un Signore. Anzi, il Signore. È proprio Dio che da millenni aspettava questo momento. Dio si presenta con un’autobiografia manu-scolpita di suo pugno su lastre di pietra e chiede a Gutenberg di pubblicarla con l’intento di diffonderla in tutte le case del mondo e diventare così il più grande scrittore della storia. Gutenberg, da bravo teutonico, è molto risoluto e sa bene cosa cerca il pubblico in un libro. Cercherà quindi di trasformare, con ogni mezzo possibile, quello che lui considera un insieme di storie scollegate e bizzarre in un vero e proprio best seller: La Bibbia.

Tra discussioni infinite, riscritture e un continuo braccio di ferro tra autore ed editore, nella tipografia prenderanno vita le vicende più incredibili dell’Antico e Nuovo Testamento, le parti scartate e tutta la Verità sulla Creazione del mondo, finalmente nella versione senza censure. Per la prima volta gli Oblivion si mettono alla prova – senza che nessuno glielo abbia chiesto – con un vero e proprio musical comico. Un nuovo irresistibile show Oblivionescamente dissacrante che lascerà il pubblico senza fiato. Una Bibbia riveduta e scorretta. L’eterna lotta tra Potere Divino e Quarto Potere sta per prendere forma. Perché puoi essere anche Dio sceso in terra, ma se non hai un buon ufficio stampa non sei nessuno.

Biglietti acquistabili sul sito www.ideainpiu.it, costi platea € 23 + pv, galleria € 21 + pv.

Lascia un commento