Al Sociale la replica di Falstaff

0 346

Il nuovo compagno di viaggio della Stagione lirica del Teatro Sociale di Como è Falstaff. Dopo la prima nazionale, torna in matinée domenica 11 novembre alle 15.30 l’ultimo grande titolo di Giuseppe Verdi nella nuova versione prodotta da AsLiCo per OperaLombardia in rete con Fondazione Rete Lirica delle Marche e Teatro Marrucino di Chieti. Il personaggio shakespeariano, affidato alla voce esperta di Alberto Gazale con il maestro Marcello Mottadelli sul podio dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, sarà al centro della coproduzione frutto del lavoro di uno dei team creativi più interessanti usciti dai progetti Education di AsLiCo, composto dal regista Roberto Catalano e di Emanuele Sinisi e Ilaria Ariemme per scenografie e ai costumi.

Sarà un Falstaff universale, alla scoperta delle fragilità umane ma anche pieno di leggerezza, di giovanile certezza all’insegna del «tutto si può, senza perdere nulla»: il nostalgico protagonista di The merry wives of Windsor e The history of Henry the fourth, il vecchio panciuto che sogna di rivivere le gioie giovanili di paggio del Duca di Norfolk ma viene gabbato e a sua volta gabba tutti in un sorriso finale, certo che «tutto nel mondo è burla», rivivrà nella cornice di «un luogo dove la vita finisce, o forse comincia», moderno e senza tempo, metafora dell’ultima ironica stagione della vita verdiana e, forse, di quella di tutti, a partire da un grande letto metafora di un sogno lucido verso un grande perdono collettivo, di raccontare la fatica, il dolore e lo scherzo.

Uno stare al mondo magnificamente musicato da un Verdi che ritorna, dopo una vita, nel genere dell’opera buffa per sorridere di sé, del mondo musicale del suo tempo che non è più quello di tanta sua storia, saggio e vitale come la fuga finale nella quale trascina le emozioni, il mondo e la storia.

Mottadelli dirigerà un cast vocale fatto di una compagine giovane e, per sua espressa dichiarazione, agguerrita, composta da Paolo Ingrasciotta (Ford), Oreste Cosimo (Fenton), Ugo Tarquini (Dott. Cajus), Cristiano Olivieri (Bardolfo), Pietro Toscano (Pistola), Sarah Tisba (Alice Ford), Maria Laura Iacobellis (Nannetta), Daniela Innamorati (Mrs Quickly), Caterina Piva (Mrs Meg Page); nomi fra cui gli appassionati di palchi e gallerie del teatro comasco riconoscono voci nate dal vivaio AsLiCo e già ascoltate volentieri, viste crescere e più volte apprezzate per la carriera artistica significativamente in divenire, capitanati dall’esperienza di Gazale.

Il baritono italiano, cresciuto musicalmente al Conservatorio di Verona, è amato anche dal pubblico lariano per i suo essere eclettico, dalla voce morbida e potente, che, nel corso della sua folgorante carriera. Interprete di oltre settanta ruoli da protagonista nei maggiori teatri del mondo, Gazale vanta un repertorio che spazia da Monteverdi sino a Dallapiccola, con un occhio di riguardo al periodo tardo ottocentesco, grazie alla scuola tramandatagli da Carlo Bergonzi. Più volte in scena alla Scala e più volte diretto da Riccardo Muti, Alberto Gazale segna presenza scaligere per tre edizioni di Rigoletto, Madama Butterfly, Ulisse di Dallapiccola, Andrea Chénier, Otello, e in tournée a Tokyo le produzioni scaligere di Rigoletto, Macbeth, Otello. E’ anche ospite regolare della Wiener Staatsoper. Il Falstaff che nasce al Sociale vedrà anche in palcoscecnico il Coro OperaLombardia istruito da Massimo Fiocchi Malaspina; light designer dello spettacolo è Fiammetta Baldisseri.

I biglietti per Falstaff  sono ancora disponibili alle casse di piazza Verdi 1. I prezzi: 58 euro (platea e palchi), 26 euro (IV galleria parapetto), 23 euro (V galleria parapetto), 23 euro (IV galleria rango) e 17 euro (V galleria parapetto rango). Per la replica di sabato 29 biglietti a 53 euro (platea e palchi), 24 euro (IV galleria parapetto), 21 euro (V galleria parapetto), 19 euro (IV galleria rango) e 16 euro (V galleria parapetto rango). Per gli under 18 o possessori di carta giovani, biglietto unico a 15 euro. La biglietteria venerdì 9 è aperta dalle 16 alle 20; sabato 10 dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18. Infoline e prenotazioni telefoniche da martedì a venerdì dalle 14.30 alle 16.30 chiamando lo 031270170; mail: biglietteria@teatrosocialecomo.it, web www.teatrosocialecomo.it.

(Foto di Laila Sormani)

Lascia un commento