Wow Music Festival: closing party dopo il trionfo

0 530

Se il tre è universalmente considerato il numero perfetto, il quattro non può essere di certo da meno, con buona pace di tutti i pitagorici passati, presenti e futuri. Lo sanno bene i tanti, tantissimi che, venerdì e ieri sera, hanno affollato l’Ostello Bello Lake Como Hostel e gli spazi antistanti il Tempio Voltiano, a Como, per la quarta edizione del Wow Music Festival, organizzato da Como Concerti e Marker in collaborazione del Comune di Como.

Un evento che ogni anno si rinnova nelle proposte e nella formula, un’occasione speciale per incontrarsi, vivere e guardare la città in modo diverso, un momento di grande festa in cui persone di ogni età si trovano a condividere abbracci, sorrisi e note d’autore.

Generic Animal all’Ostello Bello

La prima serata ha visto esibirsi molti giovani nomi del nuovo indie pop italiano, a partire dal live semiacustico, tenutosi nella bella location di viale Rosselli, dell’eclettico Generic Animal, al secolo Luca Galizia.

Viito

Dopo il dj set di Armadisco, il main stage affacciato sul lago ha ospitato i romani Viito in formazione completa, con il loro sound fresco ed accattivante, seguiti dall’energia travolgente dei Selton, che hanno conquistato il pubblico e non hanno fatto rimpiangere la mancanza della chitarra di Ramiro Levy, momentaneamente impossibilitato a suonarla a causa di un piccolo intervento subito al braccio destro.

Selton

Il compito di completare la lineup è toccato al giovane cantautore romano Galeffi che, tra gli altri brani, ha eseguito la canzone Uffa, dedicata ad un grande amore finito da cui, per sua stessa ammissione, forse non è ancora guarito.

Galeffi

Il sabato di Wow Off si è aperto nel cortile dell’Ostello con l’esibizione in acustico di Verano, alias Anna Viganò, accompagnata dal basso di Marco Di Brino, che ha preceduto il dj set di Esco Som Sistema.

Verano

I primi artisti a salire sul grande palco davanti al monumento dedicato a Volta sono stati i Diamine, nuovo progetto musicale dalle accattivanti sonorità elettroniche benedetto da quella Maciste Dischi che, negli ultimi due anni, ha lanciato talenti come Gazzelle e i Canova, protagonisti della scorsa edizione del festival.

Diamine

Applauditissimi i “fulmini e tempesta” dei Coma_Cose, il duo composto da Fausto Lama e California, una delle rivelazioni del 2018, il cui tour estivo toccherà i principali festival italiani fino alla metà di settembre.

Coma_Cose

Si è confermato un successo il live del “criminale emozionale” Ghemon, nome d’arte di Giovanni Luca Picariello, alla sua seconda presenza al Wow dopo quella del 2015, che ha entusiasmato e fatto ballare il gremitissimo parterre, compito assolto anche dal dj set di Linoleum.

Linoleum DJ Set

Ma se i live sono terminati, le sorprese di Wow Music Festival non finiscono qui: oggi infatti, il terzo appuntamento sarà ancora caratterizzato dalle birre artigianali del Birrivico e dai truck food di Streeat, che offrono una selezione gastronomica regionale e di qualità per tutti i gusti e tutte le tasche, attivi da mezzogiorno e mezzanotte in zona giardini a lago, mentre all’Ostello Bello, dalle 17, si terrà il closing party con dj set e il karaoke itpop organizzato da Tutti Giù Parterre, blog indipendente di informazione musicale. L’ingresso, come sempre, è gratuito.

(Foto di Andrea e Daniele Butti)

Lascia un commento