Una domenica da ondivago della musica

0 264

 

Una domenica tra swing e jazz è quella in programma il 28 ottobre per I giorni dell’Ondivago, la nuova iniziativa promossa da Gabriele Gambardella e Music for Green che ha l’obiettivo di invadere i locali comaschi della migliore musica presente sul territorio, puntando sia su artisti di grande esperienza che sui progetti più giovani.

Marco Bonetti

Alle 19.15, a La Pòsa (ex Pegaso), in via Cuccio 1 a Porlezza, la serata promette grande jazz con una formazione speciale composta da Marco Bonetti al sax, Tito Mangialajo al contrabbasso, Stefano Fagetti alla chitarra e Filippo Valnegri alla batteria.


Alle 19.30, a Il Sorso in piazza Volta 8 a Como, la Dixieland night ospiterà Carlo Uboldi (nella foto in alto) al pianoforte e Emilio Soana alla tromba. Uboldi si è avvicinato allo strumento giovanissimo e già con un’attitudine afroamericana, grazie a un padre jazzofilo che lo ha messo sulla buona strada dal primo momento. Non è il solo: anche i fratelli Gianangelo e Luigi si sono dedicati rispettivamente a batteria e basso ed è prorio con questa formazione, Jazz Entropia, che Carlo debutta su Raiuno, trent’anni fa. Allievo di Franco D’Andrea e di Enrico Pieranunzi, è proprio in televisione che conosce Ettore Righello che diventa il suo vero maestro e lo porta a conoscere tanti altri musicisti, Paolo Tomelleri su tutti, mentre si moltiplicano i locali che si contendono la sua arte mentre, parallelamente, si dedica anche all’insegnamento. Non si contano anche le formazioni a cui Uboldi ha dato vita e di cui ha fatto o fa parte tutt’ora.

Emilio Soana

Soana è nato a Rivarolo Mantovano e sin da giovanissimo ha evidenziato un notevole interesse per la musica e in particolare per la tromba. Su suggerimento di Gorni Kramer, ha frequentato il Conservatorio di Parma partecipando ai corsi sperimentali di musica d’insieme tenuti dal Maestro Claudio Abbado, diplomandosi nel 1961. È una delle migliori prime trombe della scena internazionale del jazz, qualità a cui abbina quella di solista ispirato e dalla potente voce strumentale. È stato prima tromba dell’Orchestra RAI di Milano, mentre oggi lo è della Civica Jazz Band, della Montecarlo Night Orchestra e, occasionalmente, di numerose altre big band che richiedono la sua presenza. Ha collaborato con notissimi jazzmen quali Gerry Mulligan, Art Farmer, Francis Boland, Harry Edison, Kenny Barron, Curtis Fuller, Ray Brown, Kay Winding e Clark Terry tra gli altri, oltre che con i principali musicisti italiani.

A causa del maltempo, l’appuntamento con Swing all around è rimandato a data da destinarsi.

Lascia un commento