Un Requiem dal Conservatorio per la Domenica delle Palme

un-requiem-dal-conservatorio-per-la-domenica-delle-palme
0 339

Cinque grandi autori di musica corale dalla metà del Quatrocento al primo Settecento fanno il concerto che Gruppo madrigalistico, Coro polifonico, solisti e strumenti del Conservatorio di Como con il Cæcilia Consort di Milano (nella foto in alto) diretti da Antonio Eros Negri propongono alle 21 nella basilica di San Fedele a Como con il titolo Requiem. La grande e composita compagine vocale e strumentale dell’ateneo musicale comasco diretta da Negri, già protagonista di importanti produzioni come quella su Rusca, torna per indicare un percorso sul mistero della morte e la musica: da Nymphes de bois, Deploration de Jehan Ockeghem del grande autore cinquecentesco Josquin Des Prez, la serata passerà per Sequenza e Dies Irae dalla Missa pro Defunctis del coevo Antoine Brumel e pari forme di Cristobal de Morales per dirigersi poi al Seicento.

Antonio Eros Negri

Prose des Morts di Charpentier e il Requiem di Heinrich Biber completeranno il programma, la cui collocazione nella Domenica delle Palme, introduttiva della Settimana Santa e del dogma cristiano della Passione, rafforza il peso di significato. Solisti vocali saranno Benedetta Mazzetto, Jia Zhao, Matteo Failla, Masaya Habu, Matteo Magistrali, Guido Elli, Shuhao Zhang. I membri del gruppo Cæcilia Consort con i propri strumenti barocchi rafforzeranno professionalmente le competenze dei giovani esecutori: l’ensemble milanese nato in seno all’associazione corale Aenigma è specializzato nel repertorio rinascimentale e barocco con un approccio finalizzato a restituire al presente opere a rischio di oblio.

Lascia un commento