Spazio Live, il meraviglioso senso di Giulia Gregorig per la musica

0 530

Spazio Live è un nuovo format, nato da un’idea dell’associazione Musicisti Di Como e Nerolidio Music Factory con la partnership di Bibazz e CiaoComo Radio, che vuole presentare gli artisti del territorio attraverso performance live filmate e fruibili sul web, interviste ed esibizioni live aperte al pubblico presso Nerolidio Music Factory. I video e le interviste (disponibili sul sito dell’associazione) sono realizzati dai ragazzi dell’IIS Da Vinci – Ripamonti, che dà la possibilità ai suoi studenti di cimentarsi in una parte importante di quello che sarà il loro lavoro futuro. I brani proposti nei video delle session live sono mixati da Simone Sproccati, music producer di Milano con alle spalle importanti produzioni e registrati da Giorgio Baù. L’intento degli organizzatori è quello di promuovere le date delle esibizioni live attraverso la diffusione in rete dei video realizzati in modo di dare così uno strumento di promozione attiva e continua nel tempo agli artisti.

La seconda serata si terrà venerdì 13 aprile, al Nerolidio Music Factory di via Sant’Abbondio 7 a Como e, tra gli artisti che si esibiranno, ci sarà la cantautrice Giulia Gregorig. Nata in Friuli, ha avuto modo di avvicinarsi al mondo della musica fin da piccola, mostrando un grande interesse per il pianoforte. Da adolescente ha abbracciato il canto, la scrittura e la composizione, passioni che l’hanno portata a trasferirsi a Milano per studiare all’Accademia MAS Music Arts and Show. Qui si è immersa completamente nell’ambiente musicale, ha iniziato a ad esibirsi in numerosi locali del nord Italia (Alcatraz, Hiroshima Mon Amour, Estragon, Live Club di Trezzo e Carroponte, solo per citarne alcuni) ed ha conosciuto nuovi musicisti, con i quali ha realizzato il suo album d’esordio intitolato Making and unmaking, un lavoro alternative-pop cantato in inglese e influenzato da sonorità etniche ed elettroniche.

«Credo che Spazio Live sia davvero una bella iniziativa – ha raccontato l’artista – molto importante per il territorio e gli artisti che ne fanno parte, un’occasione per promuoversi e farsi ascoltare. È senza dubbio una ghiotta opportunità anche per i ragazzi della scuola, che hanno la possibilità di dare concretezza al loro percorso di studi. Per quanto mi riguarda conoscevo già Niccolò Meroni, l’ideatore del progetto, ho trovato l’ambiente molto accogliente e mi sono sentita davvero a mio agio.»

Giulia prosegue, spiegando la scelta di Animal come brano protagonista del video girato al Nerolidio. «Questa canzone fa parte del disco che sto attualmente promuovendo, è allegra e leggera, ha un mood diverso rispetto alle altre tracce contenute in questo lavoro. Mi piaceva anche l’idea di girare un video con la band che ha contribuito alla realizzazione dell’album e che mi accompagnerà dal vivo, formata da Giovanni Ghioldi alla chitarra, Gabriele Costa al basso e Mario Gallus alla batteria.»

Lascia un commento