SaunAlive, da Varese a Como in nome della musica (e in memoria di Cajo)

0 560

Chi l’ha frequentata e c’è stato lo sa. La Sauna di Varese è un luogo magico, in cui sono nate vere e proprie meraviglie. Uno studio di registrazione costruito all’interno di una villa indipendente sulla riva del lago di Comabbio, concepito secondo la convinzione che uno dei fattori decisivi per la riuscita di una buona registrazione sia la creazione di un ambiente che favorisca l’ispirazione necessaria a suonare al meglio delle possibilità. Sono davvero molti gli artisti che qui hanno realizzato le proprie idee: Ulan Bator, The Jains, Mike Watt (il sogno del marinaio), Three Steps To The Ocean, King Suffy Generator, Ronin, Hot Gossip, Black Eyed Dog, Peter Kernel, Orange, Dente, Merci Miss Monroe, Vivianne Viveur, Angelo Leadbelly Rossi, Tibe, Encode, Disco Drive, Candies, Lo.Mo., Port Royale, Kovlo, Prague, Mr Henry, Hormiga, Eva Kant, Court, Bartok, Owen Tromans, Iver & The Driver, Bandage, Clark Nova, Fog In The Shell e Outsider, ma la lista potrebbe essere ancora più lunga.

Andrea “Cajo” Cajelli negli studi de La Sauna

Oggi, a un anno di distanza dalla scomparsa di Andrea Cajo Cajelli – la mente e le mani dietro a La Sauna Recording Studio – si è presentato forte il bisogno di ricominciare, per valorizzare quello che, a tutti gli effetti, è patrimonio ed eccellenza vera del territorio, nonché punto di riferimento per i musicisti del varesotto e sinonimo di qualità anche per tantissimi artisti dell’intero panorama musicale nazionale. Con queste premesse è nato il progetto SaunAlive, ideato da Piano B, società di produzione video varesina, un format radiofonico realizzato in collaborazione con La Sauna, NeverWas Radio, la web radio indipendente di Varese, e la radio ticinese Radio Gwendalyn. Dodici appuntamenti live a scadenza quindicinale, con altrettanti artisti di fama nazionale (e non solo), trasmessi in contemporanea da NeverWas Radio e Radio Gwendalyn, e in differita da CiaoComo Radio, che ha sposato con entusiasmo l’iniziativa. Un modo diverso per vivere i concerti, comodamente seduti davanti alla radio (o al pc, o sul divano, o dove preferite), la domenica e il giovedì sera – magari con gli amici – come si faceva anni fa e, soprattutto, un modo inedito per raccontare quel mondo affascinante che è lo studio di registrazione. «Un documentario radiofonico – ha affermato Alessandro Squizzato, produttore del format – in cui non solo abbiamo gli artisti che si esibiscono e ci fanno ascoltare il loro show, ma abbiamo anche le voci di chi lavora in studio, i suoni della stanza durante il soundcheck, quelli del lago appena fuori dalla sala di ripresa, i suoni in regia e molto altro».

«SaunAlive è la crasi tra Sauna, da La Sauna Recording Studio, Live e Alive: Sopravvissuto – ha spiegato Chiara Cajelli, sorella di Andrea – Dopo la scomparsa di mio fratello, uno dei punti interrogativi era appunto cosa ne sarebbe stato del suo talento, del suo tempo, di tutta la vita investita in questo lavoro. Faceva magie ed eravamo ben consapevoli che un ristorante stellato può valer poco senza lo chef. Henry, Luca e altri amorevoli amici hanno raccolto tutti i frammenti, mettendoci la loro pazienza e il loro amore, sostenendo me e i miei genitori, riaprendo le porte della Sauna. E tenendo in vita le sue fondamenta, ma espandendo poi l’attività in questo nuovo progetto».

Il progetto partirà domenica 21 gennaio alle 21 (su NeverWas Radio e Radio Gwendalyn, mentre su CiaoComo la messa in onda è prevista per giovedì 25, sempre alla stessa ora) con il live di The Winstons, che si auto-definiscono un power-trio, basso, batteria, tastiere e voci, dedito alla psichedelia e al culto dell’anarchia ancestrale, dal sound di sapore marcatamente vintage, che rimanda al prog inglese degli anni Sessanta e Settanta (senza però disdegnare qualche slancio verso il jazz o la psichedelia). E, se magari i nomi d’arte Enro Winstons, Rob Winstons e Linnon Winstons non diranno un granchè, di certo sarà interessante sapere che dietro di loro si celano tre veri fuoriclasse della musica italiana, che vantano progetti e collaborazioni da capogiro e rispondono al nome di Enrico Gabrielli (Calibro 35, Pj Harvey), Roberto Dell’Era (Afterhours) e Lino Gitto (UFO).

The Winstons: Roberto Dell’Era, Enrico Gabrielli e Lino Gitto

Il trio conosce bene la realtà della Sauna: il loro primo omonimo album, infatti, è stato registrato nel 2015 proprio nello studio vista lago dallo stesso Andrea Cajelli e masterizzato poi da Andrea De Bernardi presso l’Eleven Mastering di Busto Arsizio. Dopo un fortunato tour che li ha portati in giro per l’Italia, The Winstons sono sbarcati nella patria del sound psych/prog, l’Inghilterra. Nell’ottobre scorso, Per il cinquantesimo anniversario di The piper at the gates of dawn dei Pink Floyd, i tre artisti hanno suonato al Biko di Milano insieme a Marco Fasolo (Jennifer Gentle) e Alberto Ferrari (Verdena), in un live-evento omaggio al genio di Syd Barrett, che li ha portati a esibirsi anche sui palchi di Brescia, Roma e Padova.

Per ascoltare il concerto:

Domenica 21 gennaio h. 21:

NeverWas Radio: http://www.neverwasradio.it/

Radio Gwendalynhttp://www.radiogwen.ch/listen/

Giovedì 25 gennaio h. 21:

CiaoComo Radio: 89.4 fm – in streaming http://www.ciaocomo.it/player/

Lascia un commento