Rod Stewart, unico live italiano al Forum

rod-stewart-unico-live-italiano-al-forum
0 578

Gli anni passano per tutti e per le rockstar pure di più, ma qualcuno sembra non accorgersene. Prendete Rod Stewart, ad esempio, atteso al Forum di Assago mercoledì 31 gennaio per l’unica tappa italiana del suo tour. Secondo l’ufficio anagrafico di Highgate, Londra, ha compiuto 73 anni il 10 gennaio scorso, ma il fisico è sempre quello dell’aspirante calciatore, i capelli indomabili sparano sempre a 360 gradi da molto prima che arrivasse Johnny Rotten e la voce, quella è roca, duttile, inconfondibile. Recentemente l’ha rispolverata per duettare con la dance rock band DNCE in una nuova versione della celeberrima Da ya think I’m sexy?

È quasi un peccato, però, che quello che negli anni Sessanta era Rod the mod, un credibile antagonista di Robert Plant quando si sgolava nel Jeff Beck Group, il frontman che dispensava testosterone senza limiti quando guidava i Faces, l’autore di alcuni degli album più belli dei Settanta, quando passava con disinvoltura dalla ballata folk alla disco music, abbia trascorso gran parte degli ultimi anni di carriera impegnandosi nella rilettura dell’American songbook, una strada poi intrapresa da tanti altri della sua generazione (McCartney e Dylan, per non citarne che due notissimi), per poi andare oltre con i classici del soul, le hit del rock, naturalmente le carole natalizie in un karaoke che non rende giustizia al suo glorioso passato. È tornato a fare il cantautore con i recenti Time e Another country, ma sul palco saranno le hit storiche a infiammare i cuori. Biglietti ancora disponibili.

Lascia un commento