Rock, folk, canzone d’autore e un omaggio a Cohen nella nuova stagione di Cantù

e-ancora-grande-musica-a-cantu-con
0 740

Si inaugura sabato 15 settembre con un grande concerto di riapertura la 27ª stagione live del club canturino All’Unaetrentacinquecirca. Dal 1992 sinonimo di musica internazionale, con un’attenzione particolare alla canzone d’autore, ma anche al rock più viscerale senza dimenticare la scena locale, non si smentisce e riparte dando spazio a una band irresistibile. The Midnight Kings è una sigla che nasconde un supergruppo composto da elementi di spicco di storiche band garage – punk (Thee Stp, Thee Stolen Cars e The Preachers) alle prese con il più torrido rhythm’n’blues senza contare il set finale di Dj Henry, uno dei massimi esperti nostrani del genere per una festa che è anche tutta da ballare.

The Midnight Kings

Lunedì 17 è già l’ora di calare il primo asso con Dan Baird: quello che è, tradizionalmente, il giorno di chiusura del locale, spesso si trasforma nell’occasione per ospitare artisti americani ed ecco, quindi, il leader dei leggendari Georgia Satellites impegnato nella presentazione di Rollercoaster, il suo nuovo album. Venerdì 21 qualcosa diu completamente diverso: Songs of Leonard Cohen prende spunto dal titolo del primo album del compianto poeta della canzone per rendergli omaggio nel giorno in cui avrebbe festeggiato il suo 84° compleanno. Sono della partita Marco Belcastro (che da tempo presenta uno spettacolo dedicato all’autore canadese assieme all’attore Christian Poggioni), Alberto Visconti (L’Orage) che ha dedicato alla sua opera lunghi e approfonditi studi, Alessio Brunialti e Gian Batista Galli dei Sulutumana. Questi ultimi saranno protagnisti lunedì 24 per una performance che annuncia l’imminente uscita del loro nuovo album.

Walking Papers

Il 27 arrivano da Seattle, la patria del grunge, i Walking Papers con una line-up da brividi: Duff McKagan (Guns and Roses, Velvet Revolver, Loaded), Barrett Martin (Screaming Trees, Mad Season), Jefferson Angell e Benjamin Anderson (entrambi ex Missionary Position e Staticland). Erika Wennerstrom è la voce e l’anima (visto che è l’unica sempre presente in formazione) degli Heartless Bastards e il 28 ci sarà modo di scoprirla come solista. Dal Canada di Cohen arriva Skye Wallace, cantautrice che mescola Joni Mitchell e Patti Smith, di scena il 29.

Mary Gauthier

E sono in arrivo nomi importanti anche nei prossimi mesi: l’irlandese Mark Geary che arriva su raccomandazione diretta di Glen Hansard (3 ottobre), la grandissima Mary Gauthier con Michele Gazich (l’8), gli Spain di Josh Haden che, per l’occasione, ha con sé anche la sorella Petra (il 12), Jason Eady (il 20), l’amatissimo Willie Nile (il 22) e Hayward Williams (il 25). Novembre si apre all’insegna del paisley underground con due (anzi tre) dei massimi esponenti di quella scena. Dan Stuart dei Green on Red torna sul palco di via Papa Giovanni XXIII 7 il 2 accompagnato da John Dee Graham e Tom Heyman dei Go to Blazes; Steve Wynn dei Dream Syndicate con Chris Cacavas (anche lui ex Green on Red), il 6.

Steve Wynn

Date già fissate per Martin Sexton (19 novembre) e Jesse Malin (il 26) mentre sono in arrivo Steve Forbert, Alejandro Escovedo, Jesse Dayton, The Damn Truth e Daily Thompson. E gli italiani? Per ora due e di sicuro spessore: Zibba, in concerto il 24 dicembre, tappa del tour di presentazione del suo ultimo disco, Le cose. Hanno fatto la storia del mod revival italiano e sono, ancora oggi, uno spettacolo dal vivo i torinesi Statuto, che hanno prenotato lo stage per il 15 dicembre. E i “piccoli”? C’è spazio anche per loro: stasera Carlo e Patty saranno nel locale a disposizione di musicisti e band che vogliono proporsi per suonare. Non resta che approfittarne.

Lascia un commento