Nevica a Ferragosto con Mario Bargna

nevica-a-ferragosto-con-mario-bargna
0 669

La notte di Ferragosto a Como veste il nome di Mario Bargna, cantautore lariano, impegnato alle 21, in un concerto con effetti speciali in piazza Grimoldi per il Como Summer Festival. L’evento musicale, organizzato dalla scuola di musica Nota su Nota, promette, nel sottotitolo, anche una nevicata artificiale che sembra citare ironicamente la celebre Un nuovo bacio di Gigi D’Alessio, e un dj set a chiudere il programma che terminerà allo scoccare della mez- zanotte. Bargna, che ha iniziato il suo percorso musicale tra le fila del gruppo punk comasco Succo Marcio, (formazione che raggiunse tra i Novanta e i Duemila anche una certa notorietà a livello nazionale, ora ufficialmente disciolta, ma sempre pronta a concerti celebrativi e raduni annuali con i nostalgici fan) ha poi continuato come solista pubblicando due album: Prova a prendermi, nel 2008 e L’atomo e l’amore, nel 2015. Il primo vanta alcune eccellenti collaborazioni con artisti del calibro di Alberto Fortis (al quale Bargna somiglia anche fisica- mente e che sarà, a sua volta, in concerto sempre in piazza Grimoldi il primo settembre) e Gatto Panceri, e fu lanciato dal singolo Seguimi sulla A 14.

Mario, dopo un periodo pieno di vicissitudini e momenti difficili, anche sul piano umano e personale, torni a suonare dal vivo il 15 agosto nella sua città in un’occasione molto particolare. Come stai vivendo la vigilia di questo appuntamento?
Credo che sia un’occasione che arriva al momento giusto per me, per cercare di ripartire con rinnovata energia e ottimismo da dove mi sono dovuto fermare dopo un periodo particolarmente triste e complicato della mia vita. Sono felice di poter suonare su un palco del centro della mia città sperando di portare un clima di festa che sarà poi sottolineato, al termine della mia esibizione con la band, da questo effetto speciale, la neve sparata sul pubblico da appositi cannoni, che dovrebbe creare una giocosa e surreale scenografia, da qui il sottotitolo La neve a Ferragosto che campeggia sui poster pubblicitari della manifestazione.


Il tuo ultimo disco, L’atomo e l’amore, è del 2015. Stai lavorando a qualcosa di nuovo?
Vi posso dare in anteprima assoluta il titolo del disco al quale sto lavorando, 2016 Lumen, ma siamo ancora in fase di preproduzione. Dovrebbe essere pronto nel 2019, forse riusciremo a preparare il singolo entro l’autunno, ma non ne sono ancora sicuro. La cosa bella è che anche questa è una ripartenza dalle origini. Lo sto registrando a Vighizzolo di Cantù, negli studi di Andrea Trapasso, con il quale realizzammo il secondo album dei Succo Marcio in un clima davvero fantastico e rilassato. Tutti i musicisti coinvolti sono di Como, mentre per il precedente avevo utilizzato un team milanese. Si tratta di un ritorno a casa a tutti gli effetti, di un bisogno di creare un clima amichevole e famigliare.
Sarà la stessa band che ti accompagnerà in piazza Grimoldi?
Si, proprio così. Ci saranno Diego Grippo alla batteria, Simone Casale al basso, Andrea Ragona alle tastiere, Matteo Cattaneo e Antonio Princiotta alle chitarre ritmica e solista rispettivamente: un gruppo al quale sono legato da profonda amicizia e stima con il quale sarà sicuramente divertente stare sul palco.

Pronti a salire sul palco: Antonio Princiotta, Simone Casale, Mario Bargna, Andrea Ragona, Matteo Cattaneo e Diego Grippo

Tra le tue frequentazioni e collaborazioni c’è anche quella con il celebre cantautore Alberto Fortis, che tra l’altro ha scritto per te la canzone Luna crescente, all’epoca del tuo primo album. In molti in passato ti hanno fatto notare una somiglianza anche fisica con lui, è ancora così?
Sì, sì, è una cosa incredibile che ha notato lo stesso Alberto. Recentemente Fortis ha rivisitato la sua celeberrima canzone Milano e Vincenzo e, per l’occasione, sono stato invitato da lui a interpretare la parte di Alberto Fortis da giovane nel video che ne è stato tratto. Appaio in alcuni frame. È stato molto divertente farlo e anche un modo carino per tornare a collaborare dopo i tempi della mia prima uscita discografica.

Alberto Fortis e… Alberto Fortis alias Mario Bargna nel video di Milano e Vincenzo 2018

In quel disco avevi collaborato anche con un altro noto artista come Gatto Panceri. Come è andata?
Infatti, insieme avevamo scritto Morrison Hotel ottenendo anche una certa visibilità in video su canali tematici come AllMusic e Mtv. Dall’album successivo, invece, hanno ottenuto ottimi riscontri i tre singoli che ne furono tratti: Monsieur Danton”, Come un terremoto e Libera e inafferrabile. Quest’ultima canzone musicalmente è anche una sorta di omaggio ai miei trascorsi punk rock con i Succo Marcio, un modo per tracciare un ponte tra passato e presente.

Lascia un commento