Matinée musicali a Villa del Grumello

matinee-musicali-a-villa-del-grumello
0 902

Torna la musica di qualità proposta al pubblico gratuitamente dall’Associazione Villa del Grumello nella suggestiva cornice della Serra. Al via la rassegna jazzistica, nel senso più ampio del termine, con una panoramica musicale che spazia dal tango alla fusion, dal jazz tradizionale all’improvvisazione libera. Le domeniche 15, 22, 29 luglio e 5 agosto sono protagonisti i Matinée musicali con la direzione artistica di Flavio Minardo e Francesco Mantero. Musica di qualità, con un palinsesto vario e artisti di raffinata sensibilità, che sapranno fondere con maestria il suono dei propri strumenti con le atmosfere delicate della natura e dei paesaggi del Parco del Grumello. Il programma: si comincia domenica 15 alle 11.30 con il trio della cantante Anna Maria Musajo (nella foto in alto) con Pierluigi Ferrari alla chitarra e Franco Finocchiaro al contrabbasso. Un’atmosfera particolare attraverso un ventaglio di sfumature musicali che vanno dal più verace esprit manouche al tango argentino con la sonorità essenziale di un duo strumentale e di una voce.

Domenica 22, sempre alle 11:30 è la volta del trio del celebre clarinettista Paolo Tomelleri accompagnato da Fabrizio Bernasconi al pianoforte e da Alberto Guareschi al contrabbasso. Titolo del concerto C’era una volta… per quello che si preannuncia come un piacevole viaggio nella musica degli anni Trenta e Quaranta: la Swing era.

Domenica 29 luglio tocca al trio del chitarrista Donato Matola, al basso William Nicastro, alla batteria Giorgio di Tullio, per un nuovo progetto modern jazz fatto di composizioni originali e rivisitazioni di brani proposti al pubblico in una nuova veste dalla sonorità funky jazz. In repertorio brani originali tratti dal loro album The beginning e standard jazz.

Francesco Mantero e Flavio Minardo

Ultimo appuntamento domenica 5 agosto con il MiMa Trio di Flavio Minardo, chitarra e sitar, Francesco Mantero, batteria e percussioni, e Stefano Gatti al basso elettrico. In bilico tra composizione e improvvisazione, tra jazz e musica etnica, MiMa è un progetto mutevole che propone compo- sizioni originali: quadri sonori a tratti meditativi si uniscono a composizioni eclettiche che di- ventano spunto per nuove direzioni creative.

Lascia un commento