La tenerezza di Amelio per il Cineforum

0 690

La tenerezza ha segnato il ritorno dietro alla macchina da presa di un maestro del cinema italiano come Gianni Amelio lo scorso. È la storia di due famiglie in una Napoli inedita, lontana dalle periferie, una città borghese dove il benessere può mutarsi in tragedia. Il film ha ottenuto otto candidature e vinto quattro Nastri d’Argento che si sommano alle altre otto candidature ai David di Donatello. È in programma il Cineforum dell’Astra martedì 17 aprile alle 15.30 e mercoledì 18 alle 15.30 e alle 21: nella prima serata, infatti, lo storico cinema ospiterà proprio il regista Amelio per un appassionante dibattito con il pubblico per il suo ultimo romanzo Padre .

La tenerezza (Italia, 2017, 103 minuti) di Gianni Amelio con Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi e Renato Carpentieri
Lorenzo è un anziano avvocato appena sopravvissuto a un infarto. Vive da solo a Napoli in una bella casa del centro, da quando la moglie è morta e i due figli adulti, Elena e Saverio, si sono allontanati. O è stato lui ad allontanarli? Al suo rientro dall’ospedale, Lorenzo trova sulle scale davanti alla propria porta Michela, una giovane donna solare e sorridente che si è chiusa fuori casa, cui l’avvocato dà il modo di rientrare dal cortile sul retro che i due appartamenti condividono. Quella condivisione degli spazi è destinata a non finire: Michela e la sua famiglia – il marito Fabio, ingegnere del Nord Italia, e i figli Bianca e Davide – entreranno nella vita dell’avvocato con una velocità e una pervasività che sorprenderanno lui stesso. Ma un evento ancor più inaspettato rivoluzionerà quella nuova armonia, creando forse la possibilità per recuperarne una più antica. Ingresso con tessera del Cinecircolo.

(Foto di Claudio Iannone)

Lascia un commento