Jazz in Officina con Witri

jazz-in-officina-con-witri
0 104

Il progetto Witri  Jazz Trio, formato da Marco Castiglioni alla batteria, Beppe Pini alla chitarra e Niccolò Cattaneo all’organo Hammond porterà il suo repertorio jazz e blues sul palco dell’Officina della Musica in via Giulini 14 a Como domenica 25 novembre alle 21. Pini ha studiato teoria, solfeggio e chitarra classica alla Scuola Musicale di Milano con Carlo Pessina; chitarra jazz e armonia al Centro Didattico Milanese con Filippo Daccò e ha seguito corsi privati con Roberto Cecchetto e Gigi Cifarelli, seminari e Master Classes con Mike Stern, Mick Goodrick, Don Mock, Robben Ford, Scott Henderson, Joe Diorio, Pat Metheny ed altri ancora. Ha poi studiato armonia, arrangiamento orchestrale e canto corale al Pomona College di Denver con Kirk Pritchard e Debbie Miller, ensemble music con le Big Band di Kirk Pritchard e Bobby Shoe. Summer Session al Git (Musician Institute) di Los Angeles. Negli Stati Uniti suona in numerose jam con band locali e partecipa ad alcuni importanti festival con la Big Band di Pritchard. Viene premiato come “Outstanding Musician” al festival organizzato dalla National Association of Jazz Educators (NAJE) a Los Angeles. Ha collaborato e collabora con musicisti jazz, pop e classici e in questi giorni esce il nuovo album dei Sulutumana, in cui suona da diversi anni proprio assieme a Castiglioni.

Marco Castiglioni

Quest’ultimo si è diplomato in percussioni al Conservatorio di Como, sotto la guida di Ben Omar, ha vinto, con il gruppo Naqquara, il primo premio al Concorso Internazionale Giovani Musicisti di Stresa ed al Concorso Nazionale per Percussionisti di Bovino. È attivo sia come percussionista (Percussion Staff) che, principalmente, come batterista. Ha partecipato a svariati tour di musica leggera e pop, e inoltre, avendo ricoperto, per lungo tempo, il ruolo di prima batteria all’orchestra Rai di Milano, è apparso in numerosi programmi televisivi.

Niccolò Cattaneo

Cattaneo è pianista e tastierista dallo stile personale, a metà strada tra linguaggio tradizionale e le forme moderne di espressione jazzistica ed è uno specialista nell’uso dell’Hammond, capace di destreggiarsi tra suoni hard bop, blues, soul e funky. È diplomato con lode al Berklee College of Music di Boston, suona e incide con importanti musicisti italiani e stranieri.

 

Lascia un commento