Il Quartetto Manfredi per Kammermusik

il-quartetto-manfredi-per-kammermusik
0 398

Kammermusik di domenica 10 dicembre è con il Quartetto Manfredi. Alle 17 la rassegna di musica cameristica di Casa della Musica, dopo il fortunato recital pianistico di Costanza Principe, porta al Salone Musa dell’Istituto Carducci di viale Cavallotti 7 i quattro giovani archi veneziani Giovanni Claudio Di Giorgio (primo violino), Francesco Zanchetta (secondo violino), Matteo Terenzio Canella (viola) e Giacomo Grespan (violoncello) nel nome di Haydn, Debussy e del comasco Francesco Pasquale Ricci.

Il Quartetto Manfredi, nato nel 2013, prende il nome da Filippo Manfredi, violinista del Quartetto Toscano, il primo quartetto d’archi stabile della storia, formato a metà Settecento insieme al violinista Pietro Nardini, al violista Giuseppe Cambini e al violoncellista Luigi Boccherini. Vincitore del primo premio al concorso Gasparo da Salò di Brescia perfezionandosi con Miguel Da Silva del Quatuor Ysaye al Conservatoire à Rayonnement Régional de Paris e alla Scuola di Musica di Fiesole, il quartetto ha già suonato per Festival di Spoleto, Società dei Concerti di Milano, Amici della Musica Michelli di Ancona, Amici della Musica di Bassano, Asolo Musica-Veneto Musica, Società Filarmonica di Trento, Quatuor en Pays Basque, 5eme Festival Lucien Durosoir. All’Académie Internationale de Musique Maurice Ravel a Saint-Jean-de-Luz ha vinto il premio dell’associazione Musiciens entre guerre et paix.  Accanto ha Haydn, il Quartetto Manfredi ha accettato volentieri di porre due composizioni di Ricci, unendosi alle celebrazioni comasche del bicentenario.

Lascia un commento