I Pianeti affini di Giovanni Falzone a Lugano

villa-olmo-il-jazz-festival-riparte-da-falzone
0 577

Una serata dallo stile unico e inconfondibile, da trascorrere tra ottima musica, suggestioni sonore e stelle cadenti, in una location deliziosa ed accogliente. Sono questi gli elementi che connoteranno il concerto del Giovanni Falzone Quintet, organizzato da Lac – Lugano Arte e Cultura venerdì 10 agosto sul palco allestito in piazza Luini 6 a Lugano. Il nuovo progetto musicale del quintetto, formato da Giovanni Falzone alla tromba, Filippo Vignato al trombone, Fausto Beccalossi alla fisarmonica, Giulio Corini al contrabbasso e Alessandro Rossi alla batteria, è intitolato Pianeti affini ed è composto da otto movimenti dedicati a pianeti, satelliti e materia celeste, alla ricerca di un parallelismo tra macro e microcosmo, tra infinito e unità, tra affinità universali e intese personali.

Falzone è, indubbiamente, uno dei musicisti più interessanti emersi nella scena jazz nostrana nel nuovo Millennio. Con una peculiarità: ama confrontarsi con il passato, non solo nell’ambito della musica afroamericana: dopo la Charlie Parker suite e gli album Around Jimi e Around Ornette, dedicati rispettivamente a Hendrix e a Coleman, c’è stata anche una Led Zeppelin suite. Inizio concerto ore 21 circa, ingresso gratuito.

Lascia un commento