I giorni dell’ondivago: musica per tutta como (e dintorni)

ed-e-di-nuovo-mercolegreen
0 534

Si può ripetere all’infinito che Como è una città morta, dove non succede mai nulla, oppure si può cercare di fare qualcosa prendendo in mano la situazione. Lo ha fatto, da diverso tempo, Gabriele Gambardella, anima dell’associazione Music for Green, musicista a sua volta – il che aiuta – e da qualche anno promotore di concerti nei locali del centro storico (e non solo), anche in quelli che, teoricamente, non sono nati per ospitare band. Con i MercoleGreen ha creato un circuito di appuntamenti proponendo musica a 360° a pochi metri di distanza, lavorando in totale controtendenza rispetto a chi guarda solo al suo, promuovendo una concorrenza virtuosa tra esercizi. Il discorso è andato ampliandosi sempre di più e, ora, Gambardella può lanciare una nuova iniziativa: I giorni dell’ondivago.

Gabriele Gambardella

«Un mix di generi differenti, che spaziano dal jazz al blues, dallo swing all’elettronica, dal country al soul, e di musicisti con la M maiuscola per oltre 25 appuntamenti – spiega l’organizzatore – L’obiettivo finale è quello di far splendere Como di musica, allietando e allenando l’orecchio dei nostri concittadini e dei turisti, e permettendo a chi invece la studia e a chi le dedica la vita di vedere un’occasione per poter sperimentare oppure per affermarsi, in un territorio che per anni è stato fin troppo carente di opportunità».

Cristiano Costanzo

Un’iniziativa che vuole anche avere uno scopo didattico: «C’è l’intenzione di introdurre un percorso musicale nelle scuole secondarie, affinché i ragazzi crescano con la consapevolezza che esiste altra musica, al di là di quella passata in radio. Altro obiettivo dell’associazione è quello di rivalutare le zone periferiche, riaccendendo la voglia di fare musica insieme». E oltre a fruirla, la musica, i giovani sono anche invitati a farla: «Non meno importante – conclude Gambardella – valorizzare i giovani e i loro progetti, studiando e ricercando le cornici più adatte perché possano esprimersi, collaborando con qualsiasi ente che condivida gli stessi valori».

E i concerti iniziano subito: mercoledì 24 ottobre alle 19 al The Brothers Cafè di via Carcano 2 il duo di Valentina Rizzi e Lorenzo Pasquini. Il caliente, irresistibile flamenco di Cristiano Costanzo sarà, invece, in piazza Volta 33, tra No Name e Taverna Spagnola.

Lascia un commento