Gatto Panceri acustico all’Officina della Musica

gatto-panceri-acustico-allofficina-della-musica
0 455

La sua brillante carriera vanta una decina di album pubblicati, diverse partecipazioni al Festival di Sanremo, al Cantagiro e alla manifestazione Un disco per l’estate, vinta nel 1999. Oltre alla sua attività di cantautore, il musicista, di origine monzese, ha scritto brani per alcuni dei più importanti artisti italiani, da Giorgia a Mietta, da Andrea Bocelli a Mina, da Riccardo Fogli a Fausto Leali, solo per citarne alcuni. Lo scorso 25 maggio, a quasi dieci anni di distanza dall’ultimo disco, Luigi Giovanni Maria Panceri, per tutti, da sempre, Gatto Panceri, ha pubblicato il suo ultimo album in studio, intitolato Pelle d’oca e lividi. Un intenso viaggio composto da 19 tracce, di cui 16 inediti, frutto di un incredibile lavoro in cui Panceri si è misurato non solo nei panni dell’autore di testi e musiche, ma anche in quelli di arrangiatore e produttore unico artistico e esecutivo.

«Quella di scrivere un disco così lungo, a fronte di un mercato che propone prodotti musicali sempre più “smart” – ha raccontato l’artista – è stata una scelta assolutamente voluta, perché ci sono due modi di fare il musicista: seguire le mode o essere in controtendenza. De André, Battiato e Battisti erano in controtendenza, e io preferisco ispirarmi a loro. C’è ancora un pubblico che ha voglia di ascoltare delle canzoni suonate con strumenti veri e dai testi magari più profondi, ma io non faccio musica per gli altri, la faccio per me, anche se sono contento se quello che scrivo piace alla gente. Vorrei essere un portatore di gioia, sono convinto che il vero valore una canzone lo prende negli anni, perché è il tempo che ne determina la qualità».

La nuova fatica discografica del cantautore brianzolo è stata pubblicata dall’etichetta Hit Rainbow di Athos Poma e Roby Facchinetti, storico tastierista dei Pooh. «Dopo undici album e trent’anni di carriera – ha proseguito – ho pensato che fosse giunto il momento di godere di una totale libertà, sperimentando la totale autonomia all’interno del mio studio di registrazione. Quando ho finito la produzione, ho fatto il giro delle major, e molte di loro mi hanno detto che, sebbene il disco fosse bellissimo, non era il tipo di musica cantautorale che piace oggi al pubblico. Facchinetti, invece, ha da subito apprezzato il mio lavoro, perchè è uno che non ha fretta, che non ne fa una questione di numeri ma di qualità e di soddisfazioni sulla lunga distanza».

Un pubblico affezionato ed entusiasta sarà di certo quello che accoglierà il cantautore mercoledì 12 dicembre, sul palco dell’Officina della Musica di via Giulini 14 a Como, per un concerto intimo ed emozionante, in cui Gatto Panceri proporrà, in versione acustica, i suoi nuovi brani e quelli più significativi della sua carriera, compresa l’indimenticabile Vivo per lei. Inizio concerto ore 21 circa, ingresso soci a 20 euro. Per maggiori info e prenotazioni: [email protected] – tel. 3492803945.

Lascia un commento