Francesco Piu ospita Van De Sfroos a Tremezzo

peace-groove-con-francesco-piu-a-cantu
0 4400

Un gradito ritorno sul Lario: il chitarrista sardo Francesco Piu si esibirà mercoledì 25 luglio alle 21 nel parco Teresio Olivelli di Tremezzo nell’ambito della rassegna estiva Symposion organizzata dal lounge bar Acqua Cheta. Presenterà i brani del suo ultimo, eccellente, album di studio, Peace & groove, pubblicato da Appaloosa Records e scritto in collaborazione con il romanziere Salvatore Niffoi, Premio Campiello 2006 per La vedova scalza. L’artista, quindi, rinnova il suo legame con le radici sarde, trasportandole nella “musica del diavolo”, come aveva fatto anche con l’ottimo Ma-moo tones, estroso fin dal titolo, che “americanizzava” i Mamuthones, le tradizionali maschere del carnevale isolano di Mamoiada: sono nere e chi le porta cammina come se fosse stato ridotto in schiavitù. Abbastanza perché Piu, che non dimentica certo le fiere origini, indovinasse una connessione per traghettare quell’usanza nella black music.

Il chitarrista è apprezzatissimo nel comasco anche grazie a una militanza nella band di Davide Van De Sfroos, una ventata di blues nelle ballate laghée dell’artista di Mezzegra, un sodalizio che si rinnova, di quando in quando, soprattutto quando Bernasconi si trova in Sardegna, quasi una seconda patria. Epperò questa volta è proprio Piu che arriva quasi a bussargli a casa e il cantautore laghée non si è tirato indietro.

 

Davide e Francesco hanno collaborato per diverse tournée, hanno diviso il palco del Forum di Assago e del Teatro Ariston di Sanremo per il Premio Tenco e ci sono tracce del chitarrista anche in Yanez, l’album arrivato dopo l’altro festival. L’amore di Van De Sfroos per il blues è ben noto, ma è soprattutto un piacere ritrovare il cantore del lago, a pochi passi da casa sua, in una versione informale, per tornare a fare musica divertendosi con un vecchio amico. Come per tutti i concerti della rassegna, l’ingresso al parco è libero.

Lascia un commento