Eileen Rose per le ultime Storie di cortile

0 628

Riprendono e si concludono dopo la pausa per Ferragosto le Storie di cortile. Sono due gli appuntamenti di questa settimana, gli ultimi di questa rassegna itinerante ideata da Andrea Parodi per riportare nelle vecchie corti della Brianza occasioni conviviali nel segno della musica. Accadrà anche martedì 28 agosto alle 21 alla Cassinazza di Orsenigo, in località Verzago. Di scena Eileen Rose accompagnata dalla sua band, The Holy Wreck. C’è un legame particolare tra l’artista americana e l’Italia, forse perché il suo cognome è Giadone e pure se è nata e cresciuta a Boston, Massachusetts, le sue radici in parte nostrane, in parte irlandesi si fanno sentire. Grazie a Parodi, che l’aveva voluta portare in concerto nella terra dei suoi avi, l’avevamo ascoltata una prima volta in solitudine, le canzoni spogliate di orpelli, solo voce e chitarra. All’epoca aveva già realizzato due eccellenti dischi, Shine like it does e Long shot novena, e stava promuovendo Come the storm, l’album che l’ha fatta definitivamente apprezzare anche dalla critica specializzata strappando lusinghiere recensioni sui principali mensili e siti specializzati.

Eileen Rose

Da allora ha realizzato altri dischi come At our tables, Luna turista, Bones e Be many gone, oltre a formare un’altra band, Silver Threads, scrivere libri e pubblicare anche un racconto sonoro per bambini, dedicato a Natasha the party crasher. «La musica di Eileen miscela sapientemente rock, pop, blues, folk, gospel, rockabilly, roots e country per approdare a un sound molto personale e caratterizzato dalla sua possente voce – anticipa Parodi – È stata salutata dalla critica come la nuova Patti Smith, la nuova Lucinda Williams, la nuova Ani Di Franco, la nuova Loretta Lynn e la nuova Sheryl Crow, ma nessuna di queste definizioni le rende giustizia perchè Eileen è Eileen con la sua personalità musicale unica e originale». Dalle 19 è possibile anche cenare alla Cassinazza, prenotando allo 031/63.14.68.

Lascia un commento