Echoes of colors, il primo album di Pauline Fazzioli e Luka Zotti

1 2618

Lei risponde al nome di Pauline Fazzioli, arpista e arpaterapeuta comasca. Ha suonato dal 2001 al 2017 nella Celtic Harp Orchestra di Fabius Constable, con cui ha tenuto centinaia di concerti, in Italia e all’estero. Ha studiato per tre anni arpa classica al Conservatorio di Como e il suo desiderio di utilizzare la musica come forma di comunicazione empatica, l’ha portata a specializzarsi in arpaterapia presso il Centro di Ricerca musicoterapica Arpamagica di Milano. Lui si chiama Luka Zotti, è polistrumentista, artista visivo e liutaio. Progettista e creatore di strumenti musicali unici, è ideatore della Tree Pad Key Guitar che incorpora chitarra, tastiera, pad/percussioni e multieffetto e ha all’attivo diversi progetti in cui fonde la sua musica con la meditazione, il live painting o le sue opere artistiche, dando vita a performance suggestive. Insieme, questi due artisti hanno realizzato Echoes of colors, un album di musica ambient / meditativa con harmonium indiano e arpa celtica, che si muove sulla frequenza curativa con cui vibrano l’Universo e il corpo umano.

«Il nostro incontro artistico è avvenuto un po’ per caso – hanno raccontato i due musicisti – e all’inizio ci siamo trovati a suonare insieme solo per puro piacere personale. È stato un esperimento, un momento di benessere ritagliato all’interno della quotidianità, ma quello che ne è scaturito ci è piaciuto così tanto che alla fine abbiamo deciso di farne un disco.» Un album di musica introspettiva, che offre spunti di rilassamento e lascia grande spazio all’immaginazione del musicista e di chi ascolta. «È stata una bella scoperta – hanno proseguito – la scoperta di una musica che non è solo la preparazione di un repertorio, ma è fascino e improvvisazione, è funzionale al rilassamento e alla meditazione, meno costruita e più intuitiva e in divenire, che fluisce e viene creata in quel momento. È un approccio nuovo, che ci ha permesso di entrare in relazione con lo strumento in modo diverso, costruendo, al posto di brani dalla struttura canonica, delle ambientazioni sonore, in cui si forniscono suggestioni e la melodia è appena accennata. È un dialogo ricco e aperto, in cui anche la voce, presente in alcune tracce, è utilizzata proprio come fosse uno strumento musicale.»

Per supportare il loro progetto, coprire parte dei costi di produzione, il mix/mastering e il costo della stampa dei CD, i due artisti hanno avviato una campagna di crowdfunding che prometteva anche una serie di ricompense davvero interessanti, tra cui dischi, letture intuitive di carte, incontri di arpaterapia e concerti. «Quello del crowdfunding è un modo diverso di produrre un album – hanno concluso – qui i protagonisti sono i fan, che vengono coinvolti nell’intero processo creativo. Invece di aspettare che il cd sia pubblicato, è come se lo si ordinasse e acquistasse prima, permettendo l’effettiva realizzazione del prodotto e alleggerendo gli artisti di parte delle spese. Inoltre, il nome di chi contribuirà è stato inserito nel cd». La campagna, infatti, è stata coronata dal meritato successo e l’album è, ora, una realtà. Gli autori lo presentano domenica 18 marzo allo Shanti Marga Yoga Center di via per Molina 5 a Faggeto Lario alle 18.

Potete comprare il cd e tutto il resto.. 😀 qui:https://www.kickstarter.com/projects/282324908/harmonium-and-harp-album-by-luka-zotti-and-pauline?ref=created_projects

Pubblicato da Pauline Fazzioli su Mercoledì 29 novembre 2017

(Fotografie di Marco Coppola)

1 commento

18 marzo 2018 alle 8:21

comlimenti e AUGURI ! ! ! da licia

Lascia un commento