Doppi auguri di Natale dalla Celtic Harp Orchestra

doppi-auguri-di-natale-dalla-celtic-harp-orchestra
0 255

 

Fabius Constable con Andrea Bocelli

Riscuote sempre un grandissimo e meritato successo l’appuntamento annuale con la Celtic Harp Orchestra per gli auguri di Natale, tanto successo che anche il doppio concerto è diventato una tradizione. Venerdì 22 dicembre l’ensemble fondato e diretto da Fabius Constable, compositore, polistrumentista e didatta comasco, si esibisce alle 18.30 e alle 21 per accontentare i fan, sempre numerosissimi a Villa del Grumello. E quest’anno c’è qualcosa in più: This world and other unearthly things, «Questo mondo e altre cose ultraterrene», un nuovo album che chiude, idealmente, la trilogia iniziata con Three letters to the moon e proseguita con Three letters to the sun. «Quasi un trattato sugli imperscrutabili moti che ci muovono e sulle realtà, tangibili ma effimere, che ci circondano – è il commento – con una menzione particolare per la Nasa alla quale vanno i ringraziamenti per l’apprezzamento alle musiche dei pianeti. Si va per mari in tempesta sotto la guida di un capitano che ci condurrà a lidi tranquilli, si celebrano nascite reali, si incontrano draghi e… chi ha detto che bisogna combatterli se possiamo semplicemente imparare a guidarli? Tutto potrà essere messo in una nuova prospettiva». L’orchestra è reduce dall’ennesima avventura prestigiosa, un concerto al Teatro Verdi di Pisa dove ha affiancato Andrea Bocelli, confermando la stima del celebre tenore per la formazione comasca che, nel corso di tanti anni, ha raggiunto una fama internazionale. Non è un’esagerazione: in quella che ormai è una lunga attività, la Cho si è esibita ovunque raccogliendo sempre grandi successi. Tanto che, prima di questo nuovo album, è arrivato anche il momento di raccogliere davvero i pezzi migliori per un Best of 2005 – 2015.

Constable ha collaborato con artisti del calibro di Carlos Nuñez, Tadao Ando, Mirdhin, Arnoldo Foà, Marco Luci, il grande armonicista classico Willi Burger, Ron, il coro di voci bianche della Nhk (l’emittente di Stato nipponica) e molti altri. Nel 2013 ha ottenuto la Medaglia di Rappresentanza dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per le sue attività musicali in Italia e all’estero. Tra i nuovi ammiratori della Cho anche i Duchi di Cambridge, che hanno apprezzato la musica composta espressamente per la nascita della secondogenita, la principessa Charlotte. A fronte di questa attività internazionale, Constable e la Celtic Harp Orchestra sono anche saldamente legati al territorio comasco dove sono una vera e propria istituzione. Si prestano spesso a iniziative benefiche, collaborano con il Palio del Baradello per concerti sempre magnifici nelle basiliche della città. Questo concerto a poche ore dal Natale è il giusto suggello per tutta questa attività che è già proiettata al futuro: il primo appuntamento del nuovo anno sarà a Broni, al Teatro Carbonetti, sabato 13 gennaio 2018. Al termine di entrambi gli spettacoli di venerdì verrà offerto un brindisi a cura dell’Associazione Anagramma di Cernobbio. Biglietti a 20 euro. Biglietto ridotto bambini a 10 euro.

Lascia un commento