Dolcenera, James Tont e Justine Mattera star del Capodanno di Campione

dolcenera-in-solitudine-al-tambourine
0 510

La voce di Dolcenera, lo charme di Justine Mattera, la comicità di Fabrizio Fontana sono solo alcuni degli elementi che renderanno prezioso il Capodanno del Casinò di Campione d’Italia. Un gran galà nel Salone delle feste che rinnova il suo appuntamento ogni dodici mesi e che ha per tema Hollywood party, una grande festa del cinema. La cantautrice pugliese presenterà i suoi successi al pianoforte, e, chissà, potrebbe dare anche qualche anticipazione del nuovo album che sta preparando. Ha iniziato da Sanremo, vincendo, nel 2003, tra le Nuove Proposte, con Siamo tutti là fuori. Da allora ha collezionato molti premi, pubblicato diversi album, alcuni dei quali sono diventati d’oro e di platino, e ha collaborato con artisti importanti. L’ultimo disco di inediti di Dolcenera risale a due anni fa. Le stelle non tremano era un progetto che l’autrice definiva synth dance oriented e che difendeva a spada tratta da chi pensa che un’artista come lei non debba mai cambiare: «C’è ancora chi pensa che la canzone d’autore debba essere semplice, acustica, ripetitiva quindi – raccontava – Per me il testo ha un’importanza fondamentale ed è quello che, sostanzialmente, distingue un brano d’autore da una semplice canzone d’amore pop. Ma con la musica mi piace giocare, contaminare, anche perché mi piace tutto e attingo da più direzioni per creare qualcosa che mi possa esprimere appieno». È stata coach per il talent The voice of Italy, allargando ulteriormente il suo già vasto seguito di pubblico. E Hollywood? In repertorio, a San Silvestro, anche i brani di Dolcenera canta il cinema, con i classici delle colonne sonore.

Justine Mattera, di origini italiane, è, però, newyorchese puro sangue ed è stato per caso se, durante un soggiorno di srudio in Toscana, è stata notata dal dee-jay Joe T. Vannelli in una discoteca. Ha inciso dischi, ha partecipato a numerosi programmi televisivi, dapprima valorizzando l’indubbia somiglianza con Marilyn Monroe, poi sempre con maggiore personalità fino a guadagnarsi una trasmissione tutta sua, Come Thelma & Louise. In teatro ha partecipato con successo ai musical Victor / Victoria, Cantando sotto la pioggia, Tre cuori in affitto e A qualcuno piace caldo, per il cinema l’ha voluta Abel Ferrara per le sue Go go tales. Ma a Campione Justine torna alle origini, irresistibile Marilyn che affiancherà Elisabetta del Medico nella conduzione.

Justine Mattera

Fontana non ha bisogno di presentazioni: il suo James Tont è uno dei personaggi comici più riusciti, naturalmente ispirato ai film del vero agente 007 anche se a Sean Connery e agli altri grandi attori che hanno vestito lo smoking della spia più celebre del mondo, non possono capitare simili disastri.

Fabrizio Fontana in versione James Tont

Si riderà anche con Andro Merku, l’imitatore che mette tutti nel sacco dai microfoni della Zanzara con la sua incredibile mimetica vocale. E ancora la ballerina e acrobata Ada Ossola con una coreografia ispirata a I clown di Fellini, le canzoni di Giada Mercandelli, Lele Dinero, “il Tony Manero italiano”, per celebrare i quarant’anni de La febbre del sabato sera e ancora altre sorprese. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 004191/640.11.11(numero verde internazionale 00.800. 800.777.00).

Lascia un commento