Damiano Della Torre star al Lighthouse

damiano-della-torre-star-al-lighthouse
0 278

Un regalo di Natale davvero prezioso è in arrivo per questo sabato di antivigilia al Lighthouse Drinks & Food di via Garibaldi, 59 a Como, un evento speciale e imperdibile organizzato all’interno della Green Week, la rassegna di musica di qualità ideata da Gabriele Gambardella e Music for Green. Dalle 21.30, nel grazioso locale comasco, si terrà il concerto, seguito da una jam session finale, di uno dei più noti artisti del nostro territorio, il pianista e compositore Damiano Della Torre, il cui curriculum è decisamente impressionante.

Damiano Della Torre

Nato a Como nel 1973, ha iniziato la sua attività live da giovanissimo, diventando uno dei grandi protagonisti delle serate lariane, grazie alla sua straordinaria capacità di suonare magistralmente diversi strumenti percussivi, a corde e a fiato. Dopo aver concluso gli studi presso il Conservatorio Giuseppe Verdi, ha collaborato musicalmente, sia dal vivo che in studio, con alcuni grandi nomi internazionali, tra cui Tom Jones, Joe Cocker, Luciano Pavarotti, Adriano Celentano (in diverse trasmissioni, come Francamente me ne infischio andata in onda su Rai 1 nel 1997), Antonella Ruggiero, Miriam Makeba, Premiata Forneria Marconi, Ligabue, Marina Rei e molti altri, entrando anche a far parte della band di Sananda Maitreya (l’artista un tempo conosciuto come Terence Trent D’Arby). Geniale polistrumentista e autore eclettico, nel 2010 si è trasferito a Chicago per suonare con Sugar Blue (armonicista dei Rolling Stones di Miss you e compagno artistico di Lousiana Red), esibendosi al Montreux Jazz Festival del 2013, collaborando inoltre con Billy Branch e il famoso bluesman Charlie Musselwhite.

Accanto a questo, Della Torre ha portato avanti altri progetti, sia da solista sia con la formazione Radiosky, con cui ha realizzato numerosi album, e nel 2011 ha fondato, insieme al batterista Gianluca Greco, il duo Shamballa, che ha all’attivo numerosi live in Italia, Europa e nelle Isole Canarie. Attualmente, il musicista vive a Lisbona, e a gennaio pubblicherà un nuovo album dal titolo Reunion with the horse, registrato a Los Angeles con Samuel Cereghini e Giuseppe Patanè. Per la performance di questa sera l’artista sarà accompagnato dal talentuoso batterista chiavennasco Alessandro Passarella, che ha abbandonato le sue origini spiccatamente rock per dedicarsi a sonorità più fusion e jazz, e, seguendo la sua passione per l’audio professionale e l’elettronica, da alcuni anni si occupa di progettare preamplificatori di ultima generazione. Il duo proporrà un repertorio ricco di brani originali composti da Della Torre stesso in chiave soul, funky, blues e jazz, alternati a celebri classici di grandi artisti tra cui Bob Marley, Michael Jackson, Steve Winwood, B.B. King e Stevie Wonder, tutti completamente riarrangiati e rivisitati.

Lascia un commento