Dai diamanti non nasce niente: l’omaggio a De André al Gloria

la-buona-novella-di-de-andre-riletta-da-poggioni-e-belcastro
0 659

Torna l’appuntamento annuale di omaggio a Fabrizio De Andrè: a diciannove anni dalla sua morte, la memoria del grande cantautore resta viva e saranno in tanti a ricordarlo, su e giù dal palco. Come ogni anno, da dodici a questa parte, lo Spazio Gloria ospita l’evento celebrativo Dai diamanti non nasce niente durante il quale si alternano numerosi artisti del panorama musicale comasco e milanese. Sabato 20 genniao, a partire dalle 21.30, il pubblico potrà ascoltare ottima musica live – in versione acustica ed elettrica – con i Golden Clocks – band composta da Andrea RaimondoMatteo Piano, Jacopo Colaianni e Matteo Raimondo, i Faber is Back – al secolo Mario Sampaolo, Nicola Gallo, Andrea Farina, Marco Grisetti e Daniele Giugno, Luca Mangili, il Six Pix Trio, gli Acrustica,  i solisti Alessandro Anelli e Gianfranco Foresta, il duo formato da Laura Matarazzo e Luca Sassi, e, infine, Renato Franchi & Orchestrina del Suonatore Jones con Marta Franchi al flauto e  ai cori, Roberto D’Amico al basso, Gianni Colombo alle tastiere, Viky Ferrara alla batteria, Gianfranco D’Adda alla batteria ed Enrico Ronzoni alla chitarra.

Alessandro Anelli

Insieme alla canzoni si potrà godere di  ricordi, racconti e letture con Daniela Bonanni e Gipo Anfosso, che proporranno la raccolta di trecentocinque storie La mia prima volta con Fabrizio De André, Walter PistariniLe canzoni nascoste e le storie segrete di Fabrizio De André e infine Maurizio Telli con Un ombrello d’eternità – La poesia cantata di Massimo Bubola. Bubola è stato uno dei tanti artisti che, negli anni, ha collaborato con De André, così come altri nomi del calibro di Ivano Fossati, Francesco De Gregori, Fernanda Pivano e Mauro Pagani. Per gli appassionati sarà possibile anche curiosare tra le produzioni discografiche del banchetto de L’isola che non c’era.

Gianfranco Foresta

L’appuntamento richiama sempre un grande numero di partecipanti di ogni età, a dimostrazione che la poesia di De André ha da sempre coinvolto e toccato tutti, dai tempi della prima produzione degli anni Sessanta, come ad esempio  con Tutti morimmo a stento, passando per  Crêuza de mä fino ad Anime salve del 1996. Accanto ai suoi coetanei si contano numerosissimi fan di generazioni diverse e anche giovanissimi che, forse grazie ai genitori, conoscono a memoria e cantano appassionatamente tutte le canzoni.  A condurre la serata sarà il giornalista Alessio Brunialti. L’ingresso – al costo di 12 euro – è riservato ai soci tesserati Arci.

Gran finale 2017 con l’Orchestrina del Suonatore Jones

Questa serata sarà il primo di due momenti dedicati al grande Faber: martedì 23 e mercoledì 24 gennaio, infatti, lo Spazio Gloria ospiterà la visione del film Fabrizio De André – Principe libero (protagonista Luca Marinelli, regia di Luca Facchini), nelle sale per quei soli due giorni.

Lascia un commento