Cristina D’Avena e i Gem Boy di nuovo al Tittoni

cristina-davena-e-i-gem-boy-di-nuovo-al-tittoni
0 1574

Oltre centocinquanta concerti insieme, innumerevoli sold – out, decine di città, locali, festival  e palazzetti raggiunti, migliaia di fan di tantissime generazioni: questi i risultati che porta, da anni, il Cristina D’Avena & Gem Boy Show. Quando hanno iniziato, nel 2007, in pochi avrebbero scommesso su quest’accoppiata, tanto inconsueta quanto vincente.

Cristina D’Avena e i Puffi, gli «strani ometti blu»

“Il diavolo e l’acqua santa” è una delle definizioni con cui qualcuno li ha descritti e senza dubbio una di quelle che ben rispecchiano la combinazione tra la regina delle single dei cartoni animati, la “fatina” amata dai bambini che da oltre trent’anni coinvolge il pubblico – Cristina D’Avena – e i bolognesi Gem Boy, irriverente band attiva dal 1992 che di quelle stesse sigle ha creato le versioni meno “politicamente corrette”. Carlo Sagradini Carletto (voce), Max Vicinelli “il gigante buono” (tastiere), il ruspante J.J. Muscolo (chitarra), l’eclettico Andrea Taravelli (basso), il bello Matteo Monti (batteria) e l’immancabile factotum Sdrushi (fonico) da anni divertono e si divertono esibendosi in concerti entusiasmanti, in cui uniscono travestimenti, gag, cover ad una grande professionalità dal punto di vista tecnico e musicale. Gli stessi sono anche parte della trasmissione Colorado, i cui comici hanno partecipato al loro album del 2012, e, sebbene impegnati anche nell’edizione di quest’anno, i componenti della band hanno comunque trovato il tempo di progettare il nuovo, spumeggiante, tour con Cristina D’Avena: dopo la prima data e prima di girare l’Italia in lungo e in largo, stasera saranno di nuovo tutti insieme sul palco di Parco Tittoni a Desio.

1968: una giovanissima Cristina D’Avena allo Zecchino d’Oro risponde alle domande del Mago Zurlì (il compianto Cino Tortorella)

Nuova scaletta, nuovo look, nuovi intermezzi ma cast confermatissimo a conferma del detto “squadra che vince non si cambia”. D’altra parte, il successo dei loro concerti parla da solo: non solo i precedenti proprio al Parco Tittoni ma anche quelli all’Alcatraz – dove si registra, regolarmente, il tutto esaurito – dimostrano che i brani che hanno accompagnato generazioni intere tra infanzia a e adolescenza sono rimasti nel cuore di tutti; difficile trovare, durante le esibizioni, qualcuno che non canti I Puffi, Occhi di gatto, Una spada per Lady Oscar, Pollon; queste, peraltro, sono alcune delle colonne sonore rientrate nella raccolta Duets, in cui Cristina D’Avena duetta con grandi cantanti italiani che, per loro stessa ammissione, sognavano da sempre di esibirsi in questi brani con lei.

Gem Boy

Le prevendite, aperte dal mese di aprile sui circuiti Mailticket e Ticketone, hanno avuto fin da subito grande riscontro ma i biglietti sono ancora disponibili, al costo di 10 euro. L’apertura dei cancelli è prevista alle 19.30, l’inizio del concerto alle 21.30. Una serata, che, a due settimane circa dall’inaugurazione della stagione, proietta Parco Tittoni e la sua programmazione dritti verso l’estate vera e il puro divertimento a base di musica, energia, grandi ospiti, degustazioni, buon cibo e birra artigianale, cinema all’aperto.

Qui l’evento: https://www.facebook.com/events/364981307243148/

Lascia un commento