Contesto, ecco il primo concorso per cantautori

contesto-teatro-san-teodoro-e-bibazz-lanciano-il-primo-concorso-per-cantautori
0 577

Prende il via domenica 25 febbraio alle 18 al Teatro San Teodoro di via Corbetta 7 a Cantù, il primo dei quattro appuntamenti di Contesto, il concorso dedicato ai cantautori organizzato dal teatro e BiBazz, in collaborazione con Como Always Hop, Il Birrivico, Ostello Bello Lake Como Hostel, Arci Tambourine di Seregno, Costello’s Records e la mediapartnership di CiaoComo Radio. «L’idea è nata dalla curiosità di scoprire nuove forme di scrittura – ha raccontato Paolo Ghirimoldi, responsabile produzioni della cooperativa Mondovisione di Cantù – dando spazio a chi ha qualcosa di nuovo da proporre, a prescindere dall’età, dal proprio background e dal gusto individuale. Il cantautorato, oggi, si è evoluto e sta vivendo un periodo piuttosto florido, basti pensare, ad esempio, a Brunori, Caparezza e Le Luci della Centrale Elettrica, che, ognuno a suo modo e con sfumature diverse, si stanno cimentando con la musica d’autore, soprattutto nei contenuti e nell’impronta personale. Insieme a BiBazz, abbiamo deciso di utilizzare gli spazi del Teatro San Teodoro perché li riteniamo più adatti all’ascolto rispetto a un locale, dove spesso l’attenzione del pubblico è distratta da altro e non è facile mantenere il silenzio necessario».

Marco Padula

Ogni serata decreterà un solo vincitore, ed i quattro finalisti si confronteranno in quella conclusiva, il 22 aprile. Molti i premi in palio, tra cui la registrazione di un EP allo studio Spazio Frequenze o al Teatro San Teodoro, interviste, ospitate radiofoniche su CiaoComo Radio e molti live in location prestigiose, come il Tambourine, o durante alcuni eventi estivi di grande richiamo, come il Beer on Boat, il Como Always Hop e molti altri.

I primi a esibirsi saranno Stefano Floreani, Vins, Marco Padula e Cecilia Lavizzari, domenica 4 marzo sarà il turno di Tizio Bononcini, La Forma delle Nuvole, Mattiska Hc e Andrea Robbiani, il 25 marzo toccherà a Fhold, Davide Noseda, Roberto Casanovi e Bye Bye Blue, mentre il 15 aprile sarà la volta di Jonathan Tupputi, Caterina Turchi, Filo e Tia Scarpa. Gli artisti saranno giudicati da una giuria di qualità, formata da musicisti ed esperti del settore, come il cantautore Emil, il direttore di CiaoComo Radio Lorenzo Canali e Dario Galetti di Mondovisione, solo per citarne alcuni. Al termine, si potrà gustare un ottimo aperitivo.

Vins

Alle 21, sarà proiettato il film L’assoluto presente del regista Fabio Martina, con Yuri Casagrande, Gil Giuliani, Claudia Veronesi, Francesca Tripaldi e Marco Foschi. Una storia tutta italiana, quella raccontata da Martina, che fotografa in modo crudele e amaro il mondo dei giovani, sottolineando le loro ansie e le loro incertezze per un futuro precario, sia nel lavoro che nelle relazioni personali e familiari.

 

Milano oggi. Tre ragazzi, Cosimo, Riccardino e Giovanni a bordo di un Suv aggrediscono a calci di notte un giocoliere di strada che sta rientrando a casa e lo lasciano in gravi condizioni sul terreno. Da quel momento seguiamo ciò che è accaduto prima e dopo l’aggressione. Fabio Martina, con la collaborazione per la sceneggiatura di Massimo Donati e Alessandro Leone, offre allo spettatore uno sguardo raggelato (ma proprio per questo tagliente) su Milano e su uno spaccato di gioventù che certo non intende rappresentare i giovani nella loro totalità ma che non si ritrae neppure dalla constatazione anche di questo tipo di realtà. La cronaca si incarica spesso di darcene conto ma il cinema, se ben scritto, diretto e recitato può fornirci un impatto molto più forte. La pellicola, realizzata dall’associazione Circonvalla Film, finanziata da Fondazione Cariplo e patrocinata dal Comune di Milano, è frutto del progetto Il cinema è vita, che ha coinvolto 150 giovani tra i 18 e i 25 anni.

Lascia un commento