Concorso Aslico: in gara al Sociale le voci liriche del futuro

concorso-aslico-in-gara-al-sociale-le-voci-liriche-del-futuro
0 1852

Dopo tre giornate intensissime, nelle quali il Teatro Sociale di Como è brulicato di giovani voci liriche, arriva l’atteso gran finale. Il Concorso AsLiCo per giovani cantanti lirici d’Europa decreta, con la 69ª edizione consecutiva, i migliori giovani talenti europei ai primi passi della carriera. Dalle 15.30 di domenica 7 gennaio sarà gara serrata per aggiudicarsi concretamente il palcoscenico e per dimostrare che anni di studio e passione possono avere buon frutto: come ogni edizione da quasi settant’anni il Concorso AsLiCo non mette a disposizione premi in denaro, ma concrete scritture ad altrettanti ruoli sui palcoscecnici dei teatri di tradizione lombardi, oltre a segnalare giovanissimi per produzioni del cartellone del Sociale.

La giuria al lavoro

Opera Lombardia e Fondazione Teatro alla Scala sono i partner d’eccezione del concorso che ha portato alla ribalta negli anni nomi quali Alva, Bergonzi, Cappuccilli, Freni, Maliponte, Martinucci, Ricciarelli, Scotto ma anche Alaimo, Dessì, Sabbatini: domenica la commissione presieduta decreterà chi, fra i selezionati dentro la rosa di oltre 80 concorrenti convocati a Como dalle preselezioni europee, merita idoneità, rilievo agli occhi del mondo lirico europeo possibile scrittura per la prossima Carmen di Bizet in edizione Opera Education che invaderà i palcoscecnici di una ventina di teatri italiani di fronte a decine di migliaia di giovanissimi, ma soprattutto per il Falstaff di Giuseppe Verdi e Il Viaggio a Reims di Gioachino Rossini annunciati per la prossima stagione di Opera – Lombardia nei teatri storici di tradizione regionali, dal Donizetti di Bergamo al Grande di Brescia al Ponchielli di Cremona e al Fraschini di Pavia.


Melomani, appassionati di belcanto e semplici appassionati ritirando semplicemente il biglietto d’ingresso gratuito al botteghino del Sociale potranno occupare la platea insieme alla prestigiosa giuria presieduta da Giovanni Vegeto con il direttore artistico di Cia Ópera São Paulo Paulo Abrão Esper, quello della Wiener Staats Oper Nicholas Payne, del Rossini Opera Festival Ernesto Palacio, della Royal Opera House di Muscat Umberto Fannio dell’Opera Natională rumena di Iași Beatrice Rancea, piuttosto che del responsabile delle Compagnie di canto della Scala Toni Gradsack (con loro anche Susanne Schmidt della Segreteria artistica del Bregenzer Festspiele e Jacopo Brusa, segretario artistico di Fondazione Teatro Fraschini di Pavia) e scoprire chi potrà essere un buon Sir John Falstaff, Ford, Fenton, Mrs Alice Ford, Nannetta o Mrs. Quickly verdiani piuttosto che chi abbia virtuosismo e adeguata espressività per essere degni Corinna, marchesa Melibea, contessa di Folleville, Madama Cortese o Don Profondo rossininani.

I vincitori della scorsa edizione (Foto di Carlo Pozzoni)

Non mancherà in sala e al tavolo di giuria come vice presidente Giovanna Lomazzi, anima della storia recente del Concorso AsLiCo che tramanda l’idea del conte Giovanni Treccani degli Alfieri di promuovere il futuro dell’opera con la formazione e crescita professionale dei giovani artisti. A dimostrazione viva che la musica giovane d’oggi e del futuro non sta solo nei generi più recenti, ma passione, impegno, studio e creatività fanno la vita di moltissimi giovani artisti che sono il futuro del genere di musica più ricco e completo che esista, il teatro musicale con la sua storia di quattro secoli.

Ed ecco i finalisti di questa 69ª edizione

Iulia – Martiniana Antonie
Francesca Benitez
Oreste Cosimo
Francesca Di Sauro
Nico Franchini
Valeria Girardello
Gianni Luca Giuga
Gloria Giurgola
Maria Laura Iacobellis
Paola Leoci
Massimiliano Mandozzi
Caterina Piva
Angela Schisano
Luca Simonetti
Francesca Tassinari
Ilenia Tosatto

Lascia un commento