Concerto di primavera per la Celtic Harp Orchestra

0 3639

Che siano bellissimi e bravissimi è un dato di fatto. Bastano un’occhiata e un ascolto per definirli una delle realtà più affascinanti che possiamo vantare sul suolo comasco, un collettivo di musicisti pieni di fantasia e talento, in grado di fondere la tradizione con la modernità, spaziando dal progressive rock alla musica antica e creando atmosfere magiche e incantevoli. Dieci anni di attività, un migliaio di concerti in giro per il mondo, sei album ufficiali, numerose collaborazioni con artisti e grandi esponenti della cultura italiana ed europea fanno della Celtic Harp Orchestra guidata da Fabius Constable l’orchestra di arpe più popolare al mondo.

Che siano bellissimi e bravissimi è anche una certezza di pancia e cuore, un giudizio dettato dall’emozione di averli ascoltati diverse volte e dall’affetto incondizionato che provo per loro, dalla passione che traspare ad ogni pizzicar di corda, a ogni espressione estatica, a ogni brivido sonoro che sanno trasmettere con grazia ed eleganza.

Sabato 12 maggio alle 21, sul palco del Teatro Nuovo di Rebbio, in via Lissi 9 a Como si terrà l’attesissimo Concerto di primavera, che celebrerà in modo inaspettato e speciale una delle stagioni più amate da artisti e poeti. L’Orchestra ha da poco pubblicato, per Ignorelands Label, il sesto album, dal titolo This world and other unearthly things, tredici tracce che sono «quasi un trattato sugli imperscrutabili moti che ci muovono e sulle realtà, tangibili ma effimere, che ci circondano», per dirla con le parole del musicista comasco, chiudendo così la trilogia iniziata con Three letters to the Moon e proseguita con Three letters from the Sun.

Fabius Constable

Il concerto sarà impreziosito dalla presenza della musicista giapponese Megumi Aoyama, amica e preziosa collaboratrice di Constable nei tour in Giappone. Ingresso a 15 euro.

Lascia un commento