Bull: nell’arena spietata del lavoro

0 707

La precarietà, il lavoro che non c’è e la lotte per la sopravvivenza sono i temi dello spettacolo teatrale in scena, giovedì 25 gennaio, alle 20.30, nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como. È Bull, lavoro del giovane autore inglese Mike Bartlett. Si tratta di una produzione targata Teatro Franco Parenti. Diretti da Fabio Cherstich, recitano Linda Gennari, Pietro Micci, Andrea Narsi, Alessandro Quattro. Al centro il mondo del lavoro. Tre dipendenti sono in attesa del loro capo. Il boss deve comunicare il nome di chi, tra loro, verrà licenziato. La situazione, difficile, porta a galla le miserie umane, tanto che a soccombere saranno i più deboli.

«Bull – spiegano le note di regia – delinea con angosciante lucidità le derive di un mondo lavorativo sempre più selettivo. A farne le spese sono i più deboli: non necessariamente i meno competenti, spesso i più umani, non abbastanza vaccinati contro la cattiveria e l’imperante cinismo.
Questo spettacolo presenta in maniera diretta e brutale il periodo di profonda crisi che l’Italia e numerosi altri paesi stanno vivendo oggigiorno, dove il lavoro sicuro è sempre più un’utopia».

La pièce, che vuole essere “politicamente scorretta”, ha vinto il premio come miglior spettacolo al National Theatre di Londra. I biglietti costano 15 euro più prevendita. Info: www.teatrosocialecomo.it e 031/270170.

 

Lascia un commento