Arte Solidale Festival a Villa Carlotta

0 241

Torna Arte Solidale Festival, rassegna di musica classica che si propone di sostenere il Coordinamento Comasco delle Realtà di accoglienza per minori. Il Festival vuole infatti coniugare la promozione e la valorizzazione artistica del territorio lariano con la sensibilizzazione riguardo le attività del Coordinamento. È grazie al finanziamento da parte della Youth Bank della Fondazione provinciale della comunità comasca che quest’anno sarà possibile realizzare una stagione del tradizionale appuntamento più ricca e articolata.

Sabato 20 ottobre, alle 15.30 a Villa Carlotta in Tremezzina, si terrà il primo appuntamento della rassegna autunnale. L’apertura dei giardini al pubblico è prevista alle 15. Ingresso su offerta libera. L’evento in programma a Villa Carlotta muove dalla danza e da una sua singolare interpretazione. Strettamente legata alla musica e all’effetto di esaltazione provocato dalla musica stessa, la danza possiede una viva connessione col flauto, strumento che, nella tradizione, oltre che rimandare all’incanto e alla magia, ha più esortato ai movimenti ritmici del corpo. Pensando ai miti greci, alla leggenda del Flauto di Pan e a quella del Flauto magico, la giovane flautista slovena Alenka Bogataj e il pianista comasco Danilo Mascetti hanno ideato un récital di musica da camera intorno alla danza, spesso vista come risultato e conseguenza dell’irresistibile incanto della musica del flauto.

Il concerto viene diviso in una prima parte, concentrata sulla musica barocca, e in una seconda parte dedicata al Novecento, con esempi di danze nate dalla tradizione e poi traslate dai compositori nell’ambito della musica colta. La prima parte è, quindi, dedicata a Quantz e Telemann, i maggiori compositori barocchi che hanno dedicato ampio spazio alla letteratura per flauto, mentre la seconda parte vedrà le Danze medievali di Lauber e la Suite ungherese di Bartok, fortemente ispirata a danze e canti popolari. Verrà presentato inoltre, in prima assoluta, un brano com- posto espressamente per questo concerto, e quindi ispirato alla danza, del giovane compositore sloveno Tilen Slakan. Per informazioni è possibile scrivere una mail all’indirizzo artesolidalefestival@gmail.com oppure visitare il sito www.artesolidalefestival.com.

Lascia un commento