Laura Terenzio, professione: personal travel specialist

laura-terenzio-personal-travel-specialist
0 654

“Turista fai da te? No ***? Ahiahiahi”: se siete nati negli anni Ottanta – o poco prima – ricorderete senz’altro queste parole, che risuonavano in un spot di un famoso tour operator. Ecco, da allora le cose, nel mondo del turismo, sono molto cambiate e il “fai da te” non solo non è più visto con sospetto ma, anzi, è anche uno dei metodi più diffusi nell’organizzazione dei viaggi. Ciò non vuol dire che le agenzie di viaggio e i tour operator siano scomparsi, ovviamente, anche perché da anni offrono centinaia di nuove soluzioni e si evolvono.

Da qualche tempo, ad esempio, è nata una nuova figura – diversa dagli operatori di agenzia – che soddisfa alcune delle esigenze dei clienti in termini di flessibilità di orario (chi non hai mai borbottato perché l’apertura dell’agenzia combaciava giusto con quelli del proprio ufficio?) e di personalizzazione degli itinerari (diciamocelo, quel certo viaggio ci sarebbe anche piaciuto, se non fosse stato per le tappe un po’ troppo rigorosamente definite), garantendo comunque l’esperienza e la professionalità di un esperto del settore. Questa nuova figura è il personal travel specialist che UVET, azienda leader in Italia nel turismo, promuove da circa tre anni.

Potevamo noi di BiBazz non scovare uno di loro proprio a Como? Giammai! Eccoci dunque a raccontare la storia di Laura Terenzio, comasca, che ha trasformato la sua grande passione per i viaggi in un lavoro, prima come animatrice e operatrice in due agenzie e ora, appunto, come personal travel specialist. Io sono un po’ di parte, perché conosco Laura in quanto “compagne di radio” a CiaoComo e ho da subito apprezzato l’entusiasmo che lei e Vittoria Amalfitano mettono nel loro programma Sistersontrip; leggendo le sue parole però tutti potranno percepire la passione per i viaggi e per il suo lavoro che da esse traspare.

Laura, tu hai da sempre una grande passione per i viaggi e, dopo l’esperienza in agenzia e nei villaggi, ora lavori in proprio. Sei riuscita a trasformare un interesse in una professione: qual è stato il tuo percorso fino a oggi?

Ho sempre amato viaggiare e ho avuto diverse esperienze lavorative ma sentivo che non facevano per me, fino a quando un giorno ho deciso di lasciare tutto e partire come animatrice nei villaggi: trascorsi due anni sono tornata a casa e non volevo perdere quello che avevo visto. Ho deciso quindi di regalare le mie emozioni e condividerle con altre persone Mi sono ritrovata in un agenzia viaggi a “vendere sogni”.

 Quali sono, secondo te e in base alla tua esperienza, gli elementi di forza che una figura professionale come quella del Personal Travel Specialist può offrire?
Prima di tutto le esperienze fatte direttamente sul luogo. Quando vendi un pacchetto dove sei stata direttamente, hai delle conoscenze in più e sai dove indirizzare le persone in base alle loro esigenze. Oltre a questo, un Personal Travel Specialist può dare la sua disponibilità 24 ore su 24 e penso anche che rapportarsi con un essere umano sia un elemento positivo rispetto al dover scegliere un viaggio su un freddo e triste schermo.

Cosa ti gratifica di più, da un punto di vista professionale e umano, nel rapporto con un cliente?
Amo scoprire il pacchetto adatto ai clienti e vedere nei loro occhi la gioia e la trepidazione per il viaggio imminente. Mi piace indirizzarli verso quello che, a parer mio, li farà tornare dalla loro vacanza con la voglia di rifare la valigia e ripartire subito.

Le possibilità di viaggio che tu proponi sono potenzialmente infinite e una di queste è anche quella del viaggi di gruppo, come quello che stai proponendo in queste settimane. Si tratta di un viaggio di due settimane in Sri Lanka destinato a un pubblico tutto femminile con due soli requisiti: un’età superiore ai 25 anni e la voglia di fare un viaggio divertente, libero e senza costrizioni. Qual è l’idea di viaggio che volete proporre e come possono contattarti le lettrici interessate?

L’idea di viaggio che vogliamo proporre io e Vittoria Amalfitano, mia amica e “socia” nel programma radiofonico Sistersontrip –  che va in onda su CiaoComo Radio e Stella FM –  è nata l’anno scorso durante uno dei nostri viaggi. Abbiamo pensato che sarebbe bello condividere con altre ragazze (i maschi sono banditi!) una vacanza zaino in spalla. Io creerò l’itinerario di massima ma senza troppi vincoli. Ci piacerebbe anche incontrare altre donne del luogo, eventualmente anche persone bisognose di supporto e aiuto così da poter provvedere anche in quel senso. Cerchiamo anche una fotografa che voglia partire con noi e documentare il viaggio per poi organizzare, al nostro ritorno, una sorta di mostra.

Chi fosse interessata può contattarci sulla pagina Facebook Sistersontrip o su Instagram o scrivendo alla mail laura.terenzio@personaltravelspecialist.info. L’avventura è dietro l’angolo, cosa state aspettando? Io ci sto già pensando, voi lettrici che ne dite?

Lascia un commento