Venerdì 26 gennaio

La settimana InCom
0 1193

PAUL NEWMAN DAY

Buongiorno,
ti alzi alle 4.20 per prendere il treno delle 5.32 per essere a Milano alle 7.24. Tutti i giorni, da lunedì a venerdì. Un giovedì come un altro qualcosa va storto. E muori. Il treno è un ammasso di lamiere. E tu muori. Altri muoiono. Altri ancora sono in pericolo di vita. Tu muori e mentre saggiamente si è cauti prima di voler indicare una causa a caso pur di dare una spiegzione, ecco che arriva qualche politico in campagna elettorale che sa già a chi dare la colpa. Tu muori e la compagnia ferroviaria dice che c’è stato «un inconveniente tecnico ad un treno». Siamo un Paese così sicuro che non solo si muore ancora sul lavoro, ma pure andando al lavoro. Tu muori, voi siete morti e io non ce l’ho un brano acconcio. Non ho niente da dire. Penso solo a chi, questa mattina, sta salendo sul treno con l’angoscia, spero immotivata, nel cuore.


INTERFERENZE
San Pietro in Atrio, via Odescalchi 3, ore 18, ingresso libero

Mostra degli allievi dei corsi serali dell’Accademia Galli coordinati dai maestri Doriam Battaglia e Patrizia Cassina presentano la mostra annuale che raccoglie le opere realizzate durante il corso Atelier Pittura proposto dall’Accademia.


INCONTRO CON MAURIZIO AMBROSINI
La Feltrinelli, via Cesare Cantù 17, ore 18, ingresso libero

Maurizio Ambrosini presenta il suo libro Migrazioni. L’auotore dialoga con il giornalista Andrea Quadroni. Chi sono gli immigrati? Che ruolo assumono nella nostra società? Il tema delle migrazioni è complesso e come tale va affrontato da una pluralità di angolazioni. La gestione dei flussi, il mercato del lavoro, le politiche di welfare, il nodo della cittadinanza, l’ombra del razzismo. Di questo e di molto altro si parlerà con Maurizio Ambrosini, professore ordinario di Sociologia del territorio presso la Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università di Milano, dove insegna Processi migratori e Politiche migratorie, e direttore della rivista Mondi migranti.


WHAT WOMEN SAY (IN 2 ACTS)
Quaranta4, via D’Annunzio 44, Casate, ore 19.30 e ore 21.30

What Women Say presenta Sara Lupi


ENCUENTRO GROUP ALLA BOCCA DI LUPO
Via Roma 8, Albiolo, ore 20, concerto e cena a 40 sacchi

Suonano Nando Morandi (chitarra), Roberto Talamona (chitarra flamenco), Andrea Bregonzio (basso elettrico) e Bruno Sensale (cajon).


GIORNO DELLA MEMORIA
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 21

Gli invisibili al cinema per il Giorno della Memoria


SHOWCOOKING E AFFABULAZIONI
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, ingresso e assaggio finale a 8 sacchi

Non si parla con la bocca piena. Ai fornelli Il cibo raccontato ne La cucina clandestina. Narrazioni e affabulazioni a cura di Allineamenti. Incursioni musicali di Cristiano Paspo Stella e grande assaggio finale con gnoccolata (dopo le 22).


GIORNO DELLA MEMORIA
Salone Lissi, via Ennodio 10, ore 21

Brava gente (la Shoah e i delatori, in Italia). Recital con Arianna Di Nuzzo e Gabriele Penner a cura dell’Istituto di storia contemporanea Pier Amato Perretta e della compagnia Teatro d’acqua dolce. Italia 1946. la II guerra mondiale è finita, i suoi orrori sono ormai noti a tutti. Iniziano i processi al fascismo, ai suoi capi, ai suoi collaboratori. Come nell’Istruttoria di Peter Weiss appare drammaticamente chiaro che l’Olocausto non è stato una fatalità, una terribile deriva, ma un progetto “culturale” dichiarato e alimentato in Germania per almento venti anni, sotto gli occhi di tutti per così tanto tempo da sembrare alla fine “normale”, così in Brava gente, con le dovute proporzioni, si vuole approfondire la questione ebraica in Italia, a cui le leggi razziali diedero il la nel 1939, indagando il fenomeno della delazione e delle responsabilità. Dietro i giornali e sotto i cappelli prende vita una storia di Italia amara, volutamente dimenticata, l’altro lato della medaglia degli “italiani brava gente”.


CABARETTIFICIO
Teatro San Teodoro, via Corbetta 7, Cantù, ore 21, ingresso a 10 sacchi

Torna il Cabarettificio


ACARYA 2018
Centro civico comunale, via Grandi 21, ore 21.15, ingresso libero

Credo in ego. Presentazione del libro di poesie di Antonella Monti con prefazione di Giuseppe Conte. Introduce il professor Manrico Zoli.


GENNARO PORCELLI ALL’UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 22, ingresso a 10 sacchi

Gennaro Porcelli, la chitarra di Edoardo Bennato a Cantù


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg
Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

Lascia un commento