Mercoledì 31 ottobre

La settimana InCom
0 742

BUD SPENCER DAY

Buongiorno,
colazione? Bevete il caffè? Allora magari avrete tempo di leggere questo, che è un po’ lungo, ma ci tengo: è la storia del più grande compositore sconosciuto. Si chiamava Hardy Fox, e se n’è andato ieri. Dal 1972 a oggi ha registrato decine di album (più di un centinaio, a essere sinceri) e ha suonato in tutto il mondo davanti a spettatori mai numerosissimi, ma sempre generosi. Pure i suoi dischi non si vendevano molto, ma uno zoccolo durissimo di ammiratori in tutto il mondo hanno permesso a lui, al suo co-cospitatore Homer Flynn e agli altri di mantenersi con la loro visione. Gli altri chi? Perché nessuno lo conosce? Perché Hardy era uno dei Residents, anzi, era il principale compositore dei Residents, un concetto, più che una band. Nessuno li ha mai visti in faccia, si camuffano nei modi più divertenti e assurdi – il look più celebre è quello che li ritrae in abito da sera con cappello a cilindro, ma con un enorme bulbo oculare al posto della faccia, insomma questo look…

consapevoli di produrre musica così irrituale da promuoversi nel mistero, cosicché tutti hanno sempre parlato più dell’enigma (qualcuno sosteneva si trattasse dei Beatles riuniti sotto mentite spoglie, nientemeno) che dell’opera. Per tanti anni tutti abbiamo fatto finta di credere che i quattro tizi che si occupavano del managemente del gruppo NON fossero i Residents e Flynn, ancora oggi, non rompe la consegna. Hardy, purtroppo, sì. Ha dovuto abbandonare la sua creatura tre anni fa quando ha scoperto di essere gravemente malato e, a un certo punto, sul suo sito ha rivelato candidamente «He co-founded the much loved cult band, the Residents, where he was primary composer». Quanto può essere umile un uomo che ha scritto centinaia di brani, architettato i più assurdi dischi della storia senza mai prendersene il credito fino quasi alla fine? Se avrete la bontà di ascoltare i Residents, magari partendo dal brano acconcio qua sotto, probabilmente non vi piaceranno subito, ma se avrete la bontà di andare oltre il suono alieno, scoprirete davvero che la musica “rock”, l’avanguardia, il surrealismo, la comicità e il genio possono coesistere. Goodbye mr. Fox.

Difficilissimo scegliere un brano acconcio, quindi opto per questa soluzione che mescola di tutto un po(p):


MINIARTEXTIL 2018 – HUMANS
Spazio Antonio Ratti (ex chiesa di San Francesco), largo Spallino 1, dalle 11 alle 19, ingresso a 7 sacchi


TRE STREGHE ALLA LIBUX
Libooks, via Dante 8, Cantù, ore 16.30, ingresso libero

La scrittrice Giuditta Campello presenterà il suo libro Tre streghe in città (El Edizioni), arricchito dalle splendide illustrazioni di Chiara Nocentini. Prendendo spunto dal suo testo, la giovane autrice guiderà i presenti attraverso un mondo popolato di mostri, scope magiche, incantesimi e storie da brivido e, per l’occasione, i bambini potranno travestirsi, indossando i costumi più originali e terrificanti, per vivere così una festa di Halloween in compagnia di libri, personaggi fantastici e racconti coinvolgenti, che stimoleranno la loro fantasia e creatività.


DONNE CANCELLATE
Broletto, piazza del Duomo, dalle 14.30 alle 18, ingresso libero


HALLOWEEN NIGHT WITH TAZMANIA
L’Officina della Musica, via Giulini 14, ore 20, ingresso riservato ai soci a 18 sacchi (cena + live), a 10 sacchi solo live, a 12 sacchi a bambino per babysitting + pizza e animazione

Concerto della TazMania Rock Band, di Sergio Parodi (voce), Danilo Parodi (chitarra), Giuliano Ros (basso) e Alessandro Nespoli (batteria). È previsto un servizio di babysitting.


I GIORNI DELL’ONDIVAGO
Clicca per conoscere i locali, gli orari e i musicisti

Un Halloween ondivago


QUANT’È BELLA TREMARELLA
Pinacoteca civica, via Diaz 84, ore 20.30, ingresso a 8 sacchi (prenotazione obbligatoria: 031364037; burattini.como@gmail.com; WhatsApp: 3356836515)

In occasione della festa di Halloween ecco uno spettacolo di burattini della antica tradizione organizzato dall’assessorato alla cultura in collaborazione con L’Associazione Teatro dei Burattini di Como. Lo spettacolo dedicato a La leggenda del Flauto Magico, farà conoscere ai bambini e alle loro famiglie personaggi leggendari, draghi, regine, principi, inganni e superstizioni, attraverso l’arte dei burattini. A seguire un percorso animato della Pinacoteca fra teschi, animali spaventosi e scheletri danzanti che faranno venire la tremarella anche ai più coraggiosi! E per finire realizzazione di una mela incantata per esorcizzare tutte le paure.


HALLOWEEN NIGHT
Ostello Bello Lake Como Hostel, viale fratelli Rosselli 9, ore 21, ingresso libero

Live dell’irriverente duo La Trappola per Tope, a cui seguirà il dj set a cura dei WhatstheMatter.


ELEVAZIONE MUSICALE
Basilicadi San Fedele, piazza San Fedele, ore 21, ingresso libero

Concerto del Musik gymnasium Schloss Belvedere di Weimar, in occasione del 150° anniversario della morte di Rossini.


MEDITERRANEA
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, ingresso libero

Una serata per Mediterranea, la nave della vita


VIENI A FARE I MORTI DA NOI!
All’Unaetrentacinquecirca, via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 21.30, ingresso libero

Halloween sveglia i morti rock a Cantù


DEAD’S PARTY
Joshua Blues Club, via Cantoniga 11, Albate, ore 22.30, ingresso libero con tessera Acsi

Live del duo darkwave/post punk I.R.L. – In Rotten Land, formato da Alessandro Ridolfo (composizione basi, chitarra, cori) e Fabio Snoze D’Agostino (composizione basi, voce), seguito dal dj set di Dirty Three e accompagnato dal face paint di Chiara Grassi.


SWAG HALLOWEEN PARTY
Shabba Club, via Milano 127 B, Cantù, dalle 22.30, ingresso da 15 a 8 sacchi con tessera Acsi

Per Halloween c’è il “capo dello Swag” Bello Figo Gu, preceduto e seguito da un dj set Urban e dal concorso “miglior travestimento horror Swag”.


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

Lascia un commento