Martedì 6 marzo

La settimana InCom
0 1169

DAVID GILMOUR DAY

Buongiorno,
ho completato il mio certificato elettorale con l’ultimo timbro e dopo avere scoperto, sgomento, che per questa bella prodezza non mi spettava nulla, neppure quella pirofila in vetro che ormai anche il peggior minimarket ti regala, ho riflettuto sul fatto che, quindi, sono rientrato almeno venti volte in quella che fu la mia scuola elementare. In passato, invece di essere pervaso dalla nostalgia, facevo tutto molto in fretta: entravo, documento, tessera, schede, matita, cabina, qualche X sul simbolo sbagliato, grazie & arrivederci. Ma domenica no. Domenica, per la prima volta da che sono maggiorenne, c’era la coda. Una coda ordinata, di quelle che in Italia non si vedono mai. Una coda dolente e silenziosa. E lì, in coda, davanti alla scala che mi portava in classe, mi, m’è vegnü in ment tutta l’infansia. C’era un’auletta al piano terra dove facevamo psicomotricità, che solo a pensarci adesso mi rendo conto di quanto fossimo all’avanguardia. In fondo al corridoio c’è il bagno che contiene anche il rubinetto da cui, in prima elementare, contrassi nel modo meno divertente la mononucleosi. Quindi io, a sette anni, avevo già imparato psicomotricitàmononucleosi. Guardando il giardinetto esterno, meta dell’ambitissimo intervallo, quello bello, di durata variabile, risento nelle orecchie la voce «Seconda B in classe, seconda B in classe» (perché proprio la seconda e non, per dire, la quarta proprio non lo so). In fondo c’è la palestra Mariani dove scoprì presto che io e l’attività sportiva non siamo compatibili. E mentre ero pervaso da questi ricordi, a un certo punto una voce mi ha detto «Gli uomini possono passare»: ho doppiato tutta la fila delle signore, scusandomi moltissimo (e pensando a quando ci disponevano su due file, i maschi – grembiule nero – da una parte, le femmine, grembiule bianco, dall’altra), documento, tessera, schede, matita, cabina, qualche X sul simbolo sbagliato, grazie & arrivederci. Evaso, ancora una volta!

Il brano è quasi acconcio:


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, via Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero

Primo appuntamento con il ciclo Cultura ebraica. Alla scoperta della tradizione e del cibo condotto da Erica Baricci. Nell’incontro di questo pomeriggio La Bibbia oltre la Bibbia. Storie e racconti biblici nella tradizione rabbinica, la relatrice parlerà di antichi miti ebraici e dei loro paralleli in altre culture mediterranee e delle affascinanti interpretazioni che di essi ne dà il Talmud.


LXIV CINEFORUM
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30 e ore 21, ingresso riservato ai soci con tessera

L’ordine delle cose per il Cineforum


ANIME AL CINEMA
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucino, ore 17 e 19.30
Cinelandia di Como, piazza Fisaac 1, Como, ore 20.10
Cinelandia Arosio Brianza, via Valassina, Arosio, ore 20.10

Tokyo Ghoul, dal manga al cinema


INCONTRO CON MARIA ROSARIA VALENTINI
Libreria Ubik, piazza San Fedele 32, ore 18, ingresso libero

Maria Rosaria Valentini presenta Il tempo di Andrea


4 COMASCHI IN CERCA D’AUTORE
Istituto Giosuè Carducci, viale Cavallotti 7, ore 18, ingresso libero

Per il ciclo 4 comaschi in cerca d’autore. Incontri storico-letterari di approfondimento su comaschi celebri, Giambattista Giovio: un gentleman di provincia “internazionale” (Como 1748-1814) a cura di Alessandra Mita Ferraro, docente di Storia all’Università e-campus di Novedrate, studiosa del Settecento.


CARMEN IN DIRETTA DALLA ROYAL OPERA HOUSE
Cinelandia di Como, piazza Fisaac 1, ore 19.45

Carmen dalla Royal Opera House al cinema


CINEMA DI QUALITÀ
Lux, via Manzoni 8, Cantù, ore 21.15, biglietti a 5 sacchi

La toccante storia di Wonder per il Cinema di qualità


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/

Lascia un commento