Lunedì 30 luglio

La settimana InCom
0 1227

ANDY LUOTTO DAY

Buongiorno,
in città si continua a fare del cinema, del grande cinema perché si tratta di lungometraggi che verranno visti in tutta Italia (Boldi & De Sica) e in tutto il mondo (Aniston e Sandler). È, lo sapete, una gran cosa, ma c’è un però. Raramente nei numerosissimi film che si sono girati (fin dai Lumière), che si girano e che si gireranno, Como è sullo schermo in quanto tale. È un bellissimo paesaggio, uno sfondo. Se fosse una donna si offenderebbe perché tutti la vogliono per il suo aspetto e non per la sostanza. Mi permetto, allora, di suggerire alcuni film di sicuro successo che si potrebbero girare dalle nostre parti valorizzando, definitivamente, anche l’anima della nostra città, spaziando tra i generi.

Tycos (Fantascienza / Horror) – Dalle acque ristagnanti in un cratere mysteriosamente formatosi alle porte della città si leva un mostro di enormi proporzioni (oltre trenta metri se fatto in computer grafica, che sembri almeno di tre se è un tizio in una tuta) desideroso di vendetta. La sua pelle squamosa e blu è rivestita di impenetrabile asbesto mentre esala vapori di arsenico, ammoniaca e etilenglicolemonobutilacetato. Un cacciatore di mostri olandese (Van Helsing?) tenta di sconfiggerlo, ma non ci riesce, la palla torna ai comaschi i quali… Non posso raccontare il finale: se sarà, come spero, Spielberg a dirigerlo scpriremo che era solo abbisognoso di amore e che non ci voleva niente a bonificarlo. Ma probabilmente sarà diretto da Shyamalan e alla fine verrà fuori che siamo già tutti contaminati senza saperlo. Fantascienza, appunto…

Sul lungolago (Drammatico) – Si amano e si corteggiano sul romantico lungolago di Como. Ma, all’improvviso, ecco sorgere un muro tra loro due, qualcosa che vuole dividerli. Non sanno come affrontare questo imprevisto e scoprono che tanti, che dicevano di essere amici, vorrebbero mantenere quel muro mentre altri, che manco conoscevano, cercano di abbatterlo per loro. Ecco che cade, ma solo parzialmente e le cose, fra loro due, non sono le stesse: sembra tutto come prima, ma è soltanto una facciata. Ci vorranno anni per riuscire a recuperare la situazione. Alla fine sembra tutto come prima, ma loro sanno che non è finita, che all’orizzonte può sempre affacciarsi un nuovo muro. Sarebbe stato l’ideale per Bergman, ma dobbiamo accontentarci di qualche epigono, probabilmente nostrano: sono indeciso tra Ozpetek e Muccino.

Oltre il giardino: project VV – C’è un’area verde dove le bestiole zampettano felici e passeggiano incautamente uomini e donne d’ogni età, ceto e razza. Ma essi non sanno che il degrado è alle porte: se continua così, fra sei, al massimo sette milioni di anni lì non resterà più nulla. Per questo occorre correre ai ripari con l’unica soluzione possibile: una bella mano di asfalto fresco. Purtroppo un pugno di cittadini malinformati e miopi continua a vedere solo l’area verde e si oppone al visionario che, un tempo, avrebbe avuto il volto rassicurante di James Stewart mentre ora non può che essere Tom Hanks. La vita è meravigliosa.

Il brano più acconcio che c’è:


SDRIVE – IN
Open Lido di Villa Geno, viale Geno 12, ore 21.30, biglietti a 7 sacchi

Le 12 scimmie di Gilliam allo Sdrive – in


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/



CINEMA ALL’APERTO AL PARCO TITTONI
Via Cavalieri di Vittorio Veneto 2, Desio, ore 21.30, biglietti a 3,50 sacchi

Assassinio sull’Orient Express per 35 mm sotto il cielo

 

Lascia un commento