Giovedì 8 marzo

La settimana InCom
0 1240

ANNE BONNY DAY

Buongiorno,
mi ha sempre affascinato l’enorme quantità delle “giornate mondiali di”. Ce ne sono per tutti i gusti e gli argomenti e alcune sono decisamente poco note. Se tutti ci ricordano che oggi è la giornata che sapete, nessuno ha celebrato la Giornata internazionale della lingua madre, voluta dall’Onu in persona (cioè, in ente…) (oh, insomma, si è capito). Credo che nessun giornalista sappia che il 3 maggio c’è la Giornata mondiale della libertà di stampa e ciò la dice lunga. Il 27 gennaio non è solo la Giornata della memoria, ma è anche quella per i malati di lebbra, di cui nessuno parla (che su 365 giorni potevano anche collocarla altrove). E così via. Così via fino al 19 settembre, quando si consumerà il Talk like a pirate day. Vi lascio alle gioie della rete per scoprire di che si tratta. Ah, dovrei probabilmente dire qualcosa per la Giornata mondiale della donna. Ne parlano, in genere, uomini mezzobusto che devono farsi perdonare qualcosa a casa e donne in tailleur grigio con la mimosa nell’occhiello in uno di quegli interminabili convegni sulla donnità donnosa delle donne donniche, applaudita da sue cloni. Le altre donne, ovvero quasi tutte, si fanno il mazzo oggi come tutti gli altri giorni in cui non c’è la giornata mondiale del. Non aspetterò il 6 luglio, Giornata mondiale del bacio, per mandarne uno.

Un brano acconcio alla donnità donnosa delle donne donniche:


INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, via Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero

Oggi, Giornata della donna, Maria Rita Molteni coglie l’occasione di ripensare a quel periodo tra gli anni Sessanta e Settanta – che fa parte della gioventù di molte socie dell’Università Popolare – di particolare forza e densità, un tratto importante nella storia personale e collettiva delle ragazze di allora, donne di oggi. Lo farà con la traccia del film di Alina Marazzi, Vogliamo anche le rose.


GREEN WEEK
Arte Dolce Lyceum, via Cesare Cantù 36, ore 19, ingresso libero

Concerto del duo di Rodrigo Amaral (voce e chitarra) e Mirko Fait (sax) che proporrà una selezione di brani dalle atmosfere brasiliane e ritmi carioca.


GREEN WEEK
Mystic Burger, strada Briantea 4, Montorfano, ore 19.45

Il locale sarà invaso dal blues di Joe Valeriano (voce e chitarra) e Ruben Minuto (voce e chitarra).


GI(R)OVEDÌ D’ITALIA
Osteria del Beuc, via Cavallotti 1, Cernobbio, ore 20.15

Stefano Ferrari alla voce e piano e Alessandro Porro al contrabbasso guideranno il pubblico in un viaggio attraverso celebri brani scritti da grandi autori e dedicati alla tradizione culinaria italiana.


STAGIONE NOTTE
Teatro Sociale, piazza Verdi 1, ore 20.30, biglietti da 27 a 13 sacchi

Al Sociale l’omaggio a Milano di Ale e Franz


NOVECENTO IN LUCE
Sala Musa dell’Istituto Carducci, via Cavallotti 7, ore 20,30, ingresso libero

Donne del Novecento è un omaggio all’universo femminile. Si tratta di un recital di cui saranno protagonisti Alessandro Quasimodo e Miriana Ronchetti, responsabili anche del coordinamento artistico delle scelte di musiche e immagini. Il testo è di Miriana Ronchetti.
http://www.associazionecarducci.it


RISVEGLI
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 21, biglietti a 8 sacchi

I Risvegli al Gloria omaggiano le donne della lirica


FRIENDS ALL’OFFICINA DELLA MUSICA
Via Giulini 14, ore 21, ingresso a 10 sacchi riservato ai soci

Zadro, Carrieri e Furian, amici in jazz all’Officina della musica


OLTRE LO SGUARDO
Teatro San Teodoro, via Corbetta 7, Cantù, ore 21, ingresso con la tessera del Cinecircolo che costa solo 5 micragnosi euro ed è valida per tutti i film della rassegna

Suffragette al Teatro San Teodoro


TUTTI I FILM AL CINEMA

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/16/27/4b/16274bdf3592367483accc8decdbf167.jpg

Potete trovare tutti i film in programmazione in tutte le sale a questo link:
http://www.laprovinciadicomo.it/cinema/films/



JAZZ AND THE CITY
Cinema Teatro, via Dante 3/B, Chiasso, ore 20.30, biglietti a 30 sacchi

Jazz and the city: ecco il Festival di Chiasso

Lascia un commento