Topi ne abbiamo? Il nuovo libro di Annalisa Strada

topi-ne-abbiamo-il-nuovo-libro-di-annalisa-strada
0 932

Topi ne abbiamo?, edito da De Agostini, è il nuovo libro, uscito lo scorso novembre, della docente e pluripremiata scrittrice Annalisa Strada, che da diversi anni si occupa di letteratura per bambini e ragazzi. Una storia tenera e divertente, impreziosita dalle bellissime illustrazioni di Daniela Volpari, un inno alla libertà che l’autrice bresciana (vincitrice del Premio Andersen nel 2014) presenterà sabato 10 febbraio alle 16, alla libreria Colombre di via Plinio 27 a Erba, in un incontro aperto a grandi e piccini. «Tutto è iniziato, tempo fa, con l’arrivo (e la conseguente fuga) di un topolino nella mia casa, abitata già da sette gatti e tre cani – ha raccontato l’autrice – Ci abbiamo impiegato tre mesi a recuperarlo, sono stati tre mesi di grandi cacce e risate, così ho pensato di scrivere questa storia, perché sapevamo benissimo che non avremmo mai preso e tenuto un topo non abituato alla vita domestica, e volevo raccontare ai bambini, in un modo un po’ diverso, che il rispetto per gli animali passa anche da decisioni come queste, perché non tutti gli animali, anche se culturalmente sono considerati domestici, vivono bene nelle nostre case. Come loro, ognuno di noi deve sentirsi libero di scegliere il proprio percorso e la propria libertà, tutti scappiamo ogni tanto, proprio come la topolina del racconto».

Un libro adatto a tutti i bambini dai 6 anni in su, bambini (e ragazzi) che, secondo l’Istat, sono oggi i maggiori fruitori di letteratura in Italia. «Prima di affermare che i bambini sono più interessati alla tecnologia che ai libri – ha proseguito Annalisa – sarebbe bene riflettere sul fatto che siano proprio i genitori a indirizzare le loro preferenze, quindi la domanda da porci non dovrebbe riguardare il motivo per il quale i bambini rischiano di leggere sempre meno, ma quanto le famiglie abbiano voglia di avvicinare ed appassionare i proprio figli alla lettura, perché quando i più piccoli scoprono la bellezza e la magia di un libro sanno esattamente cosa farne. Quelli più amati sono ricchi di storie fantastiche ed avventurose, ma ci sono così tante storie e per così tanti gusti, che ognuno deve sentirsi libero di leggere quello che vuole, per poter poi scegliere quello che più gli piace.» E quello che piace ad Annalisa è proprio scrivere per i bambini e per i ragazzi, perché per loro vale la pena investire tempo ed energie. «Gli adulti sono tendenzialmente resistenti, noiosi e poco motivati, mentre a me piace stare con chi ha il coraggio e il desiderio di lasciarsi attraversare dalle emozioni e dalle storie. Sabato animerò il mio racconto davanti ad una platea spero molto numerosa, ed in base al numero e alle età dei bambini presenti valuterò come condurre l’incontro. Sono molto contenta di tornare alla libreria Colombre, perché Marco, Patrizia e Carla mi hanno dato credito sin da subito, e sono dieci anni ormai che la frequento. Qui mi sento davvero a casa». Ingresso libero.

Lascia un commento