Slow lake festival: è la festa del pesce di lago

slow-lake-festival-e-la-festa-del-pesce-di-lago
0 1048

Un’iniziativa rodata, che si amplia e diventa festival grazie alla messa in atto di sinergie per il territorio. Da martedì 17 a domenica 22 luglio in piazza Verdi a Como si terrà lo Slow lake festival, un appuntamento particolarmente centrato che unisce gastronomia, cultura e amicizia. L’iniziativa è realizzata dalla Condotta Slow Food di Como, da Aps – Associazione Dilettantistica Provinciale Pescatori Sportivi e Subacquei e dal Ristorante Caffè Teatro di piazza Roma a Como, dove sarà possibile gustare i sapori del lago, ascoltare musica dal vivo suonata rigorosamente da artisti locali e intervenire a momenti di conoscenza e approfondimento del prodotto lariano. A raccontare l’iniziativa è Antonio Moglia, presidente della sezione comasca di Slow Food, Gianmaria Gambotti del Caffè Teatro e Luigi Guglielmetti di Aps riuniti per proporre un’iniziativa rinnovata.

Antonio Moglia, Gianmaria Gambotti e Luigi Guglielmetti 

«Non è la prima edizione di questa kermesse, ma ora abbiamo voluto imprimere un’accelerazione e uno slancio – dice Moglia – partendo dal coinvolgimento dei pescatori. In piazza Verdi ogni sera, a fianco del Teatro Sociale, a partire dalle 18 si potranno degustare delle ricette di pescato abbinato con altri prodotti del territorio e del vino lariano. Musica ed allestimento coreografico renderanno suggestive e piacevoli le serate. Inoltre momenti di conoscenza ed approfondimento della realtà ittica lariana e della storia della vita del lago e della pratica della pesca».

«I prodotti gastronomici del lago sono davvero da scoprire e rivalutare, le innovazioni continuano grazie anche a degli imprenditori illuminati: penso alle lische di agone essiccate, vera novità che tanto gradimento sta riscuotendo. In particolare verrà proposta la ricetta di Marco Molli, nata nel suo laboratorio di Lenno. È sempre Molli ad aver ideato la bottarga di lago, che si realizza con le uova di agone che durante lo Slow lake festival verrà proposta sulla “pinsa” di lago, in abbinamento con impasto di farine leggere e zincarlino. Anche i vini del nostro territorio avranno un ruolo importante».

Se tutti i giorni, a partire dalle 18, sarà possibile assaggiare queste particolarità uniche ascoltando le note folk del musicista Simone Peduzzi, non mancheranno degli appuntamenti speciali come racconta Guglielmetti: «Da non perdere gli appuntamenti aperti a tutti per approfondire e per conoscere quello che sta alla base dell’economia del settore pesca. Mercoledì 18 alle 18, Carlo Romanò responsabile dell’Ufficio Pesca Regionale parlerà de L’agone, una ricchezza dei grandi laghi lombardi e a seguire, Giorgio Porta esperto guardiapesca svelerà i Racconti di agguati e inseguimenti notturni tra Lezzeno e Bellagio. Inoltre è previsto un intervento del Presidente del Consiglio di Regione Lombardia Alessandro Fermi sulla Vigilanza ittica sul Lario. Si continua anche venerdì 20 luglio, quando verrà svelata La vera storia dei coregoni lariani con Alberto Negri, ittiologo responsabile dell’Incubatoio di Fiumelatte. A seguire, tutto ciò che c’è da sapere sulle Reti da pesca raccontato dall’esperto Ezio Merlo. Anche in questo caso è previsto un intervento istituzionale con l’assessore regionale all’agricoltura, caccia e pesca Fabio Rolfi che parlerà dell’Importanza della pesca nell’economia lariana.

«Per partecipare è sufficiente avere il coupon in distribuzione al Caffè Teatro – dice Gambotti, che conclude – L’occasione per partecipare si fa ancora più ghiotta, grazie al gioco quiz in cui per vincere occorre riconoscere le specie ittiche del Lario: il premio sarà una cena di lago al Ristorante Crotto del Sergente».

Lascia un commento