Side Festival tra hardcore e softcore

side-festival-tra-hardcore-e-softcore
0 693

È hardcore/softcore il tema di questa terza edizione del Side Festival, due giornate di eventi incentrate sulle arti e sulla creazione di network fra realtà culturali locali. Ancora una volta, a partire da sabato 16 giugno alle 14 fino a domenica 17 sera, il Museo Archeologico Paolo Giovio diventerà teatro di talk, live performances, laboratori interattivi. Oltre a fornire una piattaforma di lancio agli artisti del territorio, la manifestazione contribuisce a inserire in un dialogo con la modernità uno spazio poco frequentato quale è quello del museo, ponendolo sotto una luce inedita. Approfittano del tema hardcore Pietro Lafiandra e Andrea Rossini, che per l’occasione allestiranno l’installazione kristen24 hourgasm, «una riflessione sulla convenzionalità del rapporto erotico e sulle nuove forme di pornografia permesse dai media digitali».

In postazione fissa CiaoComo Radio, i cui speaker intervisteranno i partecipanti e daranno a chiunque lo voglia la possibilità di provare il brivido della diretta, e l’Accademia di belle arti Aldo Galli, che proporrà un workshop di disegno con visori tridimensionali a cura di Francesco Pusterla. La novità di quest’anno è poi l’ambito moda, a oggi rimasto scoperto. Durante l’evento sono infatti in programma sfilate a cadenza oraria per presentare Anciene régime, collezione di Enrica Cesare all’insegna del Rococò modernizzato, e Redestruction di Annalisa Tedde, un incontro fra sofisticato e streetwear, oriente e occidente. Nuova anche la dimensione della danza, di cui si occuperà lo spazio La Pineta con Breakshow, uno spettacolo di streetdance a cura di ballerini dai 6 ai 40 anni. La sera ampia gamma di musica dal vivo, dal punk dei Daikon alla deep house di Donnie Blanco passando per il rock dei Summit. Immancabili poi le tradizionali letture di Allineamenti. Side Festival è un evento realizzato da Allineamenti e as- sociazione Comodo in collaborazione con il Comune di Como. Partecipazione libera.

(Foto di Andrea Butti dall’edizione 2017)

Lascia un commento