Reuse nutrition for planet, l’arte del riciclo è in mostra a Mirabello

reuse-nutrition-for-planet-larte-del-riciclo-e-in-mostra-a-mirabello
0 299

«Spero che questa sia solo la prima delle numerose iniziative che realizzeremo insieme, perché Coop Lombardia è molto sensibile alle associazioni del territorio ed è entusiasta di accogliere progetti così belli, seri e concreti».

È stato questo il primo commento di Silvio Morsellino, direttore del Centro Commerciale Mirabello, durante l’inaugurazione, avvenuta giovedì 13 settembre alla presenza delle autorità e di un pubblico piuttosto numeroso, della terza edizione di Reuse nutrition for planet, la mostra promossa dall’associazione culturale Penta di Mariano Comense, una no-profit composta da una trentina di soci nata quattro anni fa con lo scopo di organizzare eventi legati a grandi temi di interesse sociale.

Grazie al sostegno di Fresart SNC, Tecno Aspira, Gruppo Ecochimica, MetalRusso, Secchi&Moschino, Enzo Piccinini Fotografo e Burgio Carri SRL, sono ben 67 le opere esposte, tutte costituite da materiali riciclati e scarti industriali, sapientemente lavorati fino a trasformarsi in veri e propri capolavori artistici, create da 25 artisti provenienti da diverse parti dell’Italia: il forlivese Luca Bacci, Rosaria Battaglia, Lorenzo Bellini Grazioli (giostra e bicicletta), la napoletana Grazia Bosco (borsette con giornali), il laboratorio marianese Elaborando di Laura Cassina (le robe coi fil di ferro), I Legnoni di Mario Coppi, lo Scraps world di Raffaele Cornaggia (astronauta, cerbiatto in ferro), il WildDesignArt di Giovanni Dal Cin (telescopio lampada), il torinese Lele De Bonis (cane sdraiato in ferro), Agnese Del Gamba, Giuseppe Di Feo, Gianalfonso Ferrario, la salentina Arianna Greco (lattine che cantano), il novarese Paolo Lo Giudice (animali in ferro, motociclista), Gianluca Maioli (vespa e PorcosVino), Enrico Menegatti (draghessa), il siciliano Gaetano Muratore (robot in ferro), il progetto We Do di Matteo e Alessandra Ponti, Monica Pozzoli, Giuseppe Purita (il bidone – bar), Carlotta Redaelli, Rebel Design di Cinzia e Michela Regidore (vestiti sullo sfondo dello striscione), Samuele Russo, 3Re di Raffaele Trezza e Cinzia Regidore e il tarantino Vladimir Voccoli (facce con gli specchietti).

«Quello del riuso è un argomento che mi sta molto a cuore, perchè insieme al riciclo, all’arte e alla creatività può cambiare la prospettiva delle cose a 360 gradi, a tutto vantaggio dell’ecosistema, materiale e umano – ha dichiarato Rosaria Battaglia, curatrice della mostra e presidente dell’associazione – da artista mi è capitato di partecipare ad un concorso che sviluppava questo tipo di tematica e ne sono rimasta talmente colpita che ho deciso di organizzare un’esposizione proprio sull’argomento. Conoscevo già alcuni artisti, altri li ho conosciuti strada facendo, altri li ho contattati direttamente dopo aver visto le loro opere, così si è creato questo meraviglioso gruppo di talenti. Credo che l’arte, in queste occasioni, assuma davvero un forte ruolo educativo e pedagogico e che, unendo le forze, sia possibile davvero creare opportunità ricche di cultura e grande bellezza».

Rosaria Battaglia (a destra), curatrice della mostra e presidente dell’associazione culturale Penta di Mariano Comense

Da ricordare che, nel pomeriggio di sabato 15 settembre, alle 17.30 e alle 18.30, la mostra ospiterà i creativi-riciclatori del progetto Robotik Experience, con le loro costruzioni robotiche ad alto impatto visivo.

L’esposizione, allestita su entrambi i piani del Centro Commerciale Mirabello, in via Lombardia 68 a Cantù, sarà visitabile gratuitamente fino a domenica 23 settembre negli orari di apertura del centro. Approfittatene. Non ve ne pentirete. Eccovi un’anteprima!

Lascia un commento