Pistoletto ospite del Premio città di Como

pistoletto-ospite-del-premio-citta-di-como
0 524

L’espressione Repubblica delle Lettere, lascito dell’Umanesimo, fa riferimento a un immaginario stato che racchiude in sè una folta comunità di letterati, ambisce a universalità rispetto alle divisioni politiche, ideologiche o religiose e si distingue per la libertà che vige entro i suoi confini. Il Premio internazionale di letteratura Città di Como, quest’anno alla sua quinta edizione, sembra perseguire questo tipo di obiettivo. Lasciando la possibilità di esprimersi non solo ad autori già conosciuti, ma anche e soprattutto a scrittori esordienti, giovanissimi o provenienti da altre nazioni, lo scorso anno la manifestazione ha raggiunto la quota di quasi 2100 partecipanti, ottenendo un massiccio supporto da parte delle maggiori case editrici italiane. Come ogni anno, gli organizzatori, capitanati dall’ideatore e curatore dell’iniziativa Giorgio Albonico, si preoccupano di dare vita a momenti di scambio fra il pubblico e personalità eminenti del mondo della cultura e del giornalismo. Forte del suo prestigio, il Premio ha richiamato nomi di spicco: il primo a fare tappa sul lago è Michelangelo Pistoletto, artista italiano di fama internazionale, col quale l’appuntamento è fissato il 5 aprile alle ore 18 presso la libreria Plinio il Vecchio in via Vitani 14 a Como. Dopo gli esordi nella bottega da restauratore di quadri del padre, Pistoletto ha saputo affinare la sua tecnica e distinguersi nell’ambito di arte contemporanea, arte concettuale e arte povera, arrivando a esporre le sue opere al Reina Sofia di Madrid e al Louvre di Parigi.

Michelangelo Pistoletto con la sua Venere degli stracci

Segue un’eccellenza del mondo dell’informazione, il direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana, che il 28 maggio alle ore 18 presenterà il suo libro edito da Longanesi, Un paese senza leader, alla Libreria Ubik di Piazza San Fedele 32 a Como. Dulcis in fundo, il 19 ottobre alle 18 l’autrice Dacia Maraini, istituzione a livello letterario nonché orgogliosa portatrice di istante femministe, presenterà il suo libro Tre donne, edito da Rizzoli, sempre alla Ubik, per poi vestire il giorno seguente i panni della giurata e partecipare alla Cerimonia di premiazione finale. I diversi ambiti di competenza degli ospiti, uniti alla loro sconfinata cultura, promettono incontro intensi e di forte interesse per un’ampia fascia di pubblico. Incontri a ingresso libero. Il bando e tutte le condizioni per partecipare al premio sono disponibili sul sito www.premiocittadicomo.it.

Lascia un commento