Oltre il giardino, il nuovo numero è in Officina

0 658

Oltre il giardino, non a caso il nome di un celebre film dove Peter Sellers rendeva poetica la pazzia come Fabrizio De André faceva con le miserie umane, è un’associazione culturale onlus comasca di cui ormai molti in città hanno sentito parlare: un gruppo musicale, una rivista, una redazione letteraria che si occupa di poesie, fotografie e articoli. Il tutto per sostenere e restituire dignità a una categoria di persone, quando non apertamente osteggiata, semplicemente ignorata: quella dei malati psichici, dei “matti”. Della rivista periodica edita dal 2010, con ciclo quadrimestrale, verranno illustrate le finalità e i contenuti dalle 18 di sabato 23 giugno a Como all’Officina della Musica di via Giulini 14, il cui esecutivo si è affettuosamente prestato a collaborare con la onlus, fornendo anche uno dei due punti vendita del periodico (l’altro è il Centro Diurno del presidio San Martino, il famigerato ex manicomio di Como, in via Castelnuovo 1).

Oltre il Giardino onlus illustrerà al pubblico due numeri speciali, a titolo di esempio della qualità della pubblicazione: il numero 15, intitolato Basaglia off, che contiene una minuziosa e dettagliata retrospettiva della storia del San Martino dal 1882, anno di fondazione, a oggi, nonché la mappa della struttura e le descrizioni delle varie aree, più un altro speciale allegato che ne descrive lo stato attuale, gli sviluppi e le aspettative future, con testimonianze di alcuni ospiti del presidio. Migliore occasione per l’evento non poteva essere che il quarantennale della Legge 180, ovvero il decreto preparato dallo psichiatra Franco Basaglia che il 13 maggio 1978 sancì che non si dovesse più rinchiudere frettolosamente il malato psichico in una struttura coercitiva, sostituendovi altre misure più appropriate ed elastiche come il trattamento sanitario obbligatorio o altro. Non esente da critiche, la legge Basaglia soddisfò i pochi attivisti che allora come ora si battono per i diritti di tali malati, e creò disappunto nei benpensanti che paventarono rischi per la gente “normale”. Dopo le parole, all’Officina sarà il tempo della musica, quella di alcuni membri dell’Oltre il Giardino Project – l’altra delle varie emanazioni della Onlus – con il proprio repertorio di canzoni. Info 3492803945, www.oltreilgiardinoonlus.it, ingresso libero.

Lascia un commento