Non di sole briciole: ancora barba, capelli e calore umano per i clochard

non-di-sole-briciole-ancora-barba-capelli-e-calore-umano-per-i-clochard
0 1744

Continua Non di sole briciole, iniziativa dell’associazione giovanile Circolo Olmo tesa a offrire un servizio di cura della persona per clochard, inclusivo di lavaggio e taglio capelli, taglio barba, manicure. Un progetto partito a novembre 2017, portato avanti da giovani volenterosi e che progressivamente mette sempre più le sue radici nel territorio. Per il terzo appuntamento, lunedì 12 marzo, 8 parrucchieri volontari (Adelmo AmbrosoneAlberto Anzani, Stefano Bardella,  Filippo Bellome, Alessandra Lamberti, Federica Mauri, Simone Pignatelli, Paola Salvadego) si sono riuniti nella sala giochi dell’Opera Don Guanella di via Tomaso Grossi 18 a Como, e nel giro di due ore hanno provveduto a ridare confidenza a una cinquantina di senza fissa dimora.

Responso come sempre positivo: Imants, lettone, dopo aver ricevuto il servizio sfodera la sua carta d’identità e indicando la foto nel documento, risalente al 2009, gongola «Mi sento di nuovo così, è come se fossi ringiovanito di 10 anni». Per molti poi il compiacimento non rimane solo sul piano estetico. Thomas, dalla Nigeria, ha imparato il mestiere della parruccheria da autodidatta quando era un ragazzino. È in Italia da poco, sta cercando un lavoro e ancora oggi nel tempo libero rassetta barba e capelli ai suoi amici.

Lunedì, messo a suo agio dall’atmosfera, sotto la supervisione di Filippo Bellome ha attraversato una simbolica barriera e, rasoio elettrico alla mano, si è posto lui stesso nella schiera dei volontari: «È stato bello avere la possibilità di essere seguito da un esperto e utilizzare finalmente strumenti professionali», commenta con un sorriso a trentadue denti dopo aver terminato il suo “turno”. Già raggiunto in piccolo anche l’obiettivo di contribuire a una maggiore integrazione dei clochard nel tessuto sociale. Per averne un esempio è stato sufficiente gettare lo sguardo sul campo in erba sintetica affacciato sulla sala giochi, dove volontari in pausa e ragazzi freschi di taglio si sono sfidati in un’agguerrita partita di calcio.

«Siamo soddisfatti di come sta procedendo, è davvero gratificante vedere la soddisfazione sui volti dei parrucchieri e delle persone che usufruiscono del servizio – conclude Daniele Bonanomi, uno dei responsabili – Ora l’obiettivo a breve termine è dare cadenza mensile fissa agli incontri». Dunque, appuntamento ad aprile.

(Foto di Daniele Butti)

Lascia un commento