Mattia Conti, un Campiello a Como

0 823

Il vincitore del premio Campiello 2011 per la sezione giovani, Mattia Conti, presenterà il suo romanzo d’esordio Di sangue e di ghiaccio, edito da Solferino e uscito alla fine di aprile, venerdì 18 maggio alle 18 alla libreria Ubik di piazza San Fedele 32 a Como. Lo scrittore, originario di Molteno, incontrerà i lettori e dialogherà con l’editore Gerardo Monizza, in un evento unico organizzato in collaborazione con l’organizzazione di volontariato culturale Iubilantes Como. L’opera, ambientata nel 1890, è ispirata a vicende realmente accadute, come ha avuto modo di raccontare lo stesso autore in un’intervista. «Di sangue e di ghiaccio è nato da una serie di ricerche che ho compiuto sul territorio, a partire dall’approfondimento della figura di Antonio Ghislanzoni, il cui nome è legato al libretto dell’Aida di Giuseppe Verdi e a una Lecco di fine Ottocento ricca di vita culturale con poeti, musicisti e artisti».

La scheda

Quando Ranocchia viene ripescato dall’acqua gelida del fiume, più morto che vivo, ciò che il paese sospettava da tempo diventa certezza: è impazzito. Già non è mai stato molto brillante, con il suo fare svagato e il fisico gracile, inabile al lavoro nei campi. Da quando poi se n’è andato di casa per calcare le assi del palcoscenico sotto l’egida di quel cialtrone di Baldo Bandini, capocomico e vagabondo… Inevitabile che la sua mente, già debole, cedesse. Il ragazzo viene internato nel manicomio di Como e tutti pensano di aver risolto il problema, senza considerare che nello stesso istituto è entrata da pochi mesi anche Bianca, la Maestrina, la ragazza che ha insegnato a Ranocchia a leggere, amare e soffrire. E nessuno, fuori, sa che quel presunto rifugio è un luogo molto pericoloso, tra gli intrighi dell’infermiera Clementina e del suo assistente nano e le «cure» del Dottor Lucio, deciso a incidere il suo nome nella storia della scienza a costo di passare sul cadavere dei pazienti. La parola d’ordine per Ranocchia diventa: fuggire. Ma non da solo.

Lascia un commento