Le ricette di Sara: scaloppine di soia nel cenone

le-ricette-di-sara-scaloppine-di-soia-nel-cenone
0 200

La mia infanzia lombarda è stata costellata di scaloppine cucinate, letteralmente, in tutte le salse! Perché allora perdermi il piacere di mangiarle, ma in una versione vegetale e buona per tutti? Eccovi quindi la ricetta di un secondo gustoso e super cremoso: le scaloppine di soia!

Procuriamoci
200 gr di bistecchine di soia disidratata (in qualsiasi negozio bio e in molti supermercati)
1 cipolla
Salvia / rosmarino / timo in quantità
Farina q.b.
Brodo vegetale q.b.
Olio EVO
Sale / pepe
1 bicchiere di vino bianco secco
2/3 cucchiai di tamari 

Per prima cosa mettete a reidratare le vostre bistecchine immergendole in una terrina piena di brodo vegetale bollente e tamari per almeno 1 ora (sulla confezione di solito scrivono 10 minuti, ma secondo me è troppo poco). I pezzetti dovranno rimanere sempre coperti dal liquido, quindi vi consiglio di coprirli con un piatto a contatto e metterci sopra un peso e ogni tanto controllarle e girarle un po’, in modo che si ammorbidiscano in modo uniforme. Questo passaggio, seppur semplice, è, a mio parere, fondamentale, perché, a differenza dei bocconcini che si usano per lo spezzatino, questi pezzi sono più grandi e tendono a rimanere duretti se non si reidratano perfettamente.

Una volta reidratate, strizzate le vostre bistecchine (mi raccomando non buttate il liquido, ci servirà dopo!) e impanatele in un trito abbondante di aromi e farina


Mettete a soffriggere una cipolla in olio EVO e poi rosolate le bistecchine da entrambi i lati


A questo punto sfumatele col vino e versate un po’ alla volta il liquido che avete usato per reidratarle, fino a coprirle. Io non lo verso tutto in una volta perché, visto che ormai si sarà raffreddato, andrà ad abbassare troppo la temperatura di cottura. Lasciate cuocere il tutto almeno mezz’ora o meglio 45 minuti, continuando a bagnare se necessario, ma ottenendo alla fine una salsa che deve essere non liquida ma cremosa (in questo ci aiuterà la farina con cui abbiamo impanato le bistecchine)

Ora non vi resta che servirle e stupire i vostri commensali! Io, qui, avevo dei buonissimi porcini freschi per accompagnarle, ma trovo che ci stia benissimo un purè, per godere al meglio della salsina e, se i funghi vi piacciono, magari aggiungerne una manciata secchi a inizio cottura. Bon appetit e buon anno!

Come sempre, per questa e altre ricette vi aspetto sul mio blog!

Lascia un commento