Le parole latine di Gardini a Zelbio Cult

nicola-gardini-e-la-felicita-di-leggere-i-classici
0 378

Zelbio Cult continua: sabato 28 luglio, alle 21, su terrà un altro degli «incontri d’autore su quell’altro ramo del lago di Como». Nel Teatro Comunale di Zelbio, in piazza della Rimembranza, Armando Besio dialo- gherà con un nuovo ospite. È Nicola Gardini, latinista milanese e professore a Oxford. La conversazione partirà dall’ultimo libro di Gardini: Le dieci parole latine che raccontano il nostro mondo. L’opera, edita da Garzanti, è un’ideale guida tra cultura classica e modernità. Non si tratta di un appuntamento per addetti ai lavori, ma per tutti. La tesi del saggio di Gardini, che ha scritto anche il bestseller Viva il latino, è che la nostra lingua madre sia un inesauribile tesoro di significati, valido ancora oggi. Conoscere il latino serve dunque a comprendere molto meglio anche la realtà in cui viviamo.

In questo personalissimo vocabolario ideale, spaziando tra la storia e la filosofia, tra grandi classici e scrittori moderni, Gardini sceglie dieci parole che a suo dire hanno formato e continuano a formare il nostro tempo e la nostra civiltà, e attraverso le quali è possibile leggere in controluce un frammento della storia di tutti noi. La lingua latina – sostiene il professore – è un tesoro di significati che continuano a parlarci e a renderci quel che siamo. Non soltanto perché attraverso questa lingua possiamo farci idee più chiare sulla provenienza di immagini, metafore, modi di dire, ma soprattutto perché continuamente ci sfida a entrare in contatto e in dialogo costante con il nostro passato, e quindi a conoscere meglio noi stessi.

Lascia un commento