La grande storia del musical tra teatro e cinema

la-grande-storia-del-musical-tra-teatro-e-cinema
0 287

Riprende venerdì 7 settembre alle 20.45 a Porlezza il festival letterario del Premio Antonio Fogazzaro. Nella Sala rossa del Bim di via Cuccio 8, Luca Cerchiari, uno dei maggiori esperti europei di musica americana e di discografia, condurrà il pubblico tra le note, le parole e i grandi protagonisti del Musical – esempio più brillante di opera d’arte metropolitana e internazionale – presentando con filmati, ascolti e spiegazioni il suo libro Storia del musical. Teatro e cinema da Offenbach alla musica pop (Bompiani, 2017).

Broadway a New York: la casa del musical moderno

La commedia musicale, o musical, nasce a Broadway, e oggi è vivo più che mai, a quasi due secoli dalle sue prime testimonianze, che ne individuano l’origine in tre grandi metropoli europee, Parigi, Londra e Vienna, e nelle rispettive tradizioni di spettacolo musicale, dall’opera comica all’operetta. Ma è stata certamente New York, con la commistione di queste culture europee con quelle afro-americana ed ebraica, e la sintesi perfetta di danza, musica e recitazione, a farne qualcosa di unico, tanto a teatro quanto poi nel cinema sonoro di Hollywood, che ha ripreso gli spettacoli teatrali di maggior successo in scena a Broadway o ha creato dei film musicali a sé stanti, talora esemplari.

Zigfield Follies: If we knew what the milkman knows di E. Ray Goetz e Vincent Bryan

Una delle forme di spettacolo più originali e affascinanti dell’età contemporanea, il musical, ha ottenuto la sua consacrazione mondiale con l’avvento del cinema sonoro, ma non tutti sanno che è essenzialmente un genere teatrale. Gli albori di questo ”spettacolo totale” reso celebre da Broadway risalgono alla civiltà newyorkese di fine Ottocento e al melting pot interetnico dal quale ha preso forma, ma anche ai legami con il vecchio continente: l’opera buffa francese di Jacques Offenbach, l’operetta viennese di Johann Strauss e Franz Lehar, il music hall e la commedia musicale del West End londinese.

Un balletto dal film West Side Story

Nel saggio di Cerchiari, documentato e aggiornatissimo, è tracciato il percorso storico più che secolare – da The black crook a Jesus Christ Superstar, da Florenz Ziegfeld a West Side Story, dal valzer alla musica pop – di un genere che come nessun altro ha saputo fondere alla perfezione la parola cantata e recitata, la musica e la danza. E che autori come Cole Porter, i fratelli Gershwin e Richard Rodgers e Oscar Hammerstein II – e interpreti straordinari come Ginger Rogers e Fred Astaire (nella foto in alto) – hanno fatto amare al pubblico di tutto il mondo.

Gene Kelly in una delle scene più celebri di Cantando sotto la pioggia

Luca Cerchiari è professore allo Iulm di Milano, dove inoltre dirige il Master in Editoria e produzione musicale. Ha pubblicato una ventina di saggi come autore e curatore, di cui alcuni editi negli Stati Uniti, in Francia, in Germania e in Austria. Dialoga con l’autore Alberto Buscaglia.

Lascia un commento